9.2 C
Napoli
lunedì, 30 Gennaio 2023

Una canzone classica napoletana cantata in cinese

Francesca Fariello esegue tre versione di io te vurria vasà

Da non perdere

Io te vurria vasà, celebre capolavoro della musica classica napoletana, conosce una nuova, originale versione. Il brano è stato eseguito infatti, dalla cantante e compositrice napoletana Francesca Fariello in tre versioni, originale napoletano, inglese e appunto in cinese.

Tutte le versioni sono state arrangiate da Antonio Gillo in collaborazione con la stessa Fariello, che ha suonato anche la chitarra elettrica. Completano la lista dei credits Giovanni Ghioldi, alla chitarra solista, e Domingo Colasurdo, alla batteria.

“Ho voluto sottolineare il legame con la musica della mia città proponendo un’idea di napoletanità in sintonia con il carattere interculturale della società contemporanea” ha commentato Francesca Fariello.

Sono stati realizzati anche due videoclip che accompagnano i brani, in cui appare la cantautrice in versione sirena mentre decanta le lodi della napoletanità e dell’amore nelle tre lingue. La Fariello ha ricoperto anche il ruolo di traduttrice, realizzando espressamente e personalmente le due traduzioni dal napoletano all’inglese e al cinese.

Un grande amore per Napoli che non conosce dunque confini etnici e culturali, che viene celebrato con un’operazione interessante ed innovativa da una delle più eclettiche artiste contemporanee.

La trilogia digitale dedicata a I’ te vurria vasà segna il ritorno sul mercato discografico della Gennarelli Bideri.

Un ritorno che fa da prologo ad altre due uscite di grande interesse: l’imminente pubblicazione del nuovo album dei Blue Stuff e la stampa del primo album in stile Neapolitan swing delle Ladyvette.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli