16.7 C
Napoli
sabato, 3 Dicembre 2022

Cane chiuso in auto: è legge spaccare i finestrini per salvarlo

Da non perdere

Davide Franciosahttps://www.21secolo.news
27 anni, poliedrico, sensibile, napoletanissimo. E' Compositore video-grafico e operatore di comunicazione sociale. Malato di "teatrite acuta", appassionato di cinema, musica, lettura e scrittura creativa, ha l'Africa nel cuore. Sogna di diventare editore e un teatro tutto suo.

A quanti è capitato, soprattutto nel periodo estivo, di vedere cani “parcheggiati” e rinchiusi in auto-forno a patire il caldo? E a quanti, di buon cuore, verrebbe da prendere un martello e spaccare il finestrino per liberarli? Dal 1 luglio, in Tennessee, è entrata in vigore una norma che permette a chiunque di salvare animali rinchiusi nelle vetture senza incappare in responsabilità civili. La legge HB537, estensione della “Good Samaritan Law” fortemente voluta dagli animalisti, è la prima del suo genere nel paese americano su una tematica molto accesa in tutto il mondo.

Se si agirà ragionevolmente, nessuno avrà colpa se salverà la vita di un animale

cane_21secoloL’ASPCA, l’Associazione americana per la salvaguardia degli animali, sostiene fortemente gli Stati che danno il permesso alle persone d’intervenire per proteggere gli animali che soffrono perché lasciati incustoditi nelle vetture. A spiegare dettagliatamente la nuova legge, fortemente portata avanti dal parlamentare repubblicano David Hawk, è stato il capo dei vigili del fuoco di Nashville, Mike Franklin. A spingere verso l’approvazione della normativa due episodi in particolare, purtroppo non andati a buon fine: la Polizia, nel primo, ha impiegato troppo tempo ed il cane è morto, nel secondo è rimasto gravemente ferito. La HB537, non attiva in tutti gli Stati americani, permette di rompere i vetri senza correre il rischio di essere denunciati dai proprietari, rappresentando dunque un piccolo passo in avanti e una speranza di sopravvivenza per molti animali.

Anche in Italia, complice il forte caldo, la distrazione e la superficialità di numerosi automobilisti, sono molti i casi nei quali vengono lasciati i propri cani all’interno delle vetture in balia del caldo. Basti pensare che se all’esterno, ad esempio, ci sono 38 grandi, all’interno seppur con i finestrini aperti le temperature possono raddoppiare e risultare fatali in pochi minuti per i nostri amici a quattro zampe.

REATO DI MALTRATTAMENTO – Dal 2008, con una sentenza storica della Corte Penale, è stabilito che in nessun caso gli animali devono essere lasciati soli all’interno di un abitacolo. L’abbandono di un cane in uno spazio cosi angusto e stretto, coi finestrini chiusi o leggermente abbassati in una calda giornata estiva, denotano un comportamento assolutamente incompatibile con la natura dell’animale che oltre lesivo provoca paura e sofferenza. A tal proposito, il reato di maltrattamento di animali è punito con la reclusione da 3 mesi a 1 anno o con una multa da 3.000 a 15.000 euro.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli