4shared
8.5 C
Napoli
mercoledì, 1 Dicembre 2021

Canarie: l’eruzione del vulcano a La Palma distrugge e devasta lintera zona

Canarie, l’eruzione del vulcano a La Palma, la lava avanza ancora,rischio gas tossici e piogge.

Da non perdere

Canarie, devastazione e pericolo in atto per tutta l area spagnola.

L’eruzione, provocata da un’emergenza geologica che va avanti da due giorni e che, tra colate laviche, scosse di terremoto e nubi tossiche rischia di durare ancora per molti giorni, mesi addirittura.

La lava incandescente, defluendo dalle pendici della montagna verso il mare, si incanala nel territorio e si infila nelle strade distruggendo quello che incontra: case, scuole, giardini, campi coltivati: centinaia di edifici sono finora scomparsi sotto il muro di lava a La Palma. Oggi è toccato agli abitanti di Todque: ieri si sono svegliati con il magma in vista e il fumo sopra le loro teste, così, in serata, è stata completata l’evacuazione.

Le immagini e i video delle eruzioni e della devastazione da domenica scorsa fanno il giro del mondo documentando la catastrofe: le colate (la principale si è divisa in due rami) hanno raggiunto 1.100 gradi, sono alte circa sei metri e avanzano a una velocità di 700 metri all’ora lungo il versante occidentale del vulcano, scendendo verso la costa.

«La lava cammina inesorabilmente verso il mare», ha spiegato il presidente regionale Ángel Víctor Torres, e proprio l’arrivo in mare può generare nuovi problemi: la costa dell’isola in questo versante è densamente popolata. Non solo: «Una volta a contatto con l’acqua si teme che possa dare origine a gas tossici», ha spiegato Torres dopo gli incontri con il geologi.
L’eruzione però essendo molto forte non riesce a cessare con fumi tossici e lava, infatti dalla bocca del vulcano a La Palma, la lava avanza e continua a farlo da questa mattina, oggi 22 settembre.

Danni per 400 milioni, quasi 200 edifici distrutti e 6000 abitanti evacuati dalle Canarie e dintorni. Resteremo un attesa di eventuali risvolti e miglioramenti.  Intanto è tutto sotto monitoraggio e completamente controllato minuto per minuto da vulcanologia ed esperti.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli