10.7 C
Napoli
martedì, 31 Gennaio 2023

Napoli Inter 4-1. Umiliante sconfitta per i milanesi.

Lezioni di calcio allo stadio San Paolo, dove gli azzurri di Mister Ancelotti, hanno impartito una Severa lezione agli uomini di Spalletti.

Da non perdere

Napoli che disputa l’ultima partita di campionato in un San Paolo cantiere aperto, che diverte però i tifosi con un rotondo 4-1. Protagonista della serata kalidou Kulibaly premiato come miglior difensore della serie A, al suo fianco si rivede Albiol mentre davanti c’è Milik con Mertens. Insigne ha recuperato ma resta in panchina.

In casa Inter, Lautaro Martinez vince il ballottaggio con Icardi,  Miranda rileva l’infortunato De Vrji e Politano viene preferito a Candreva, arbitra Doveri.

Terzo minuto Allan per Callejon che allarga verso l’accorrente Malcuit, cross del terzino c’è Mertens alla ricerca del goal che lo porterebbe a raggiungere un altro record, pronta la girata con palla che sorvola la traversa. Nono minuto fallo di Kulibaly su Politano, il senegalese era diffidato e il suo campionato finisce con il cartellino giallo rimediato.  XII Callejon per Milik che apre con il sinistro fuori di poco. XVI errore di Asamoah, raccogliere Fabian Ruiz che scarica per Zielinski,  due passi e destro spaziale del polacco. Nulla da fare per Handanovic con la palla che si infila nel sette. Goal strepitoso di Zielinski il sesto per lui in stagione, record in campionato. 22esimo Milik  per Mertens, palla di ritorno al centravanti, provvidenziale la diagonale di Asamoah. Trentasettesimo Perisic per Lautaro Martinez in area di rigore, destro centrale, la parata con i piedi di karnezis. Quarantesimo ancora Perisic questa volta per Nainggolan che ci prova da fuori, ma la mira non è precisa. 42esimo il croiss di Ghoulam a vuoto Milik, palla a Callejon che strozza troppo la conclusione e non trova la porta. Questa la sintesi.

Nella ripresa cambio nell’Inter, entra Icardi per Politano. Al quarto minuto Allan ferma con un fallo Lautaro Martinez. Giallo anche per il centrocampista che era diffidato,  campionato che finisce anche per lui. Ancora un  cambio nell’Inter, Vecino per Gagliardini. Al sedicesimo Callejon raccoglie palla, vede l’inserimento di Mertens che vola per il colpo di testa perfetto, 2 a 0 e goal numero 108 per il belga con la maglia del Napoli, raggiunto Sallustro, davanti solo Hamsik con 123 e  Maradona con 115. XXI Perisic per Vecino che il petto serve D’Ambrosio, il difensore calcia debole e ci arriva karnezis che ci mette una pezza e sventa in calcio d’angolo. Ventiquattresimo, corner di Brozovic, tiraccio di Lautaro Martinez, controlla di testa uno strepitoso koulibaly che salva sulla linea la conclusione potentissima. 26esimo Milik  stop di petto e tiro a seguire, Handanovic smanaccia, palla a Malcuit che serve Fabian Ruiz all’altezza del dischetto del rigore e 3 a 0. Per lo spagnolo prima rete al San Paolo dopo i tre segnati in trasferta. Ventinovesimo, angolo di Perisic  mischia in area Lautaro Martinez questa volta è la traversa che nega il gol ai nerazzurri. Al 31esimo arriva il momento di Insigne esce Milik. Si rivede l’Inter, cross di  D’Ambrosio colpo di testa di Icardi troppo centrale para karnezis. Trentatreesimo, Mertens per Fabian Ruiz che si fa spazio sulla sinistra, sarebbe libero al centro Insigne, ma lo spagnolo calcia una granata sul primo palo, sorpreso Handanovic e prima doppietta italiana per l’ex Betis Siviglia. Il Napoli si porta sul 4-0. Esce  Milik entra Younes, poi contatto Albiol, Icardi, per Doveri ci sono gli estremi del calcio di rigore. Dal dischetto tocca a Maurito, gol numero 11, ma è troppo tardi per provare la rimonta. Entra anche Candreva per Perisic ci prova anche lui ma karnezis respinge di pugno. Sull’altro fronte l’ultima emozione la procura Lorenzo Insigne che area di rigore si gira ma il suo destro termina alto. Il miglior Napoli della stagione su un inter fuori fase, ne è uscito un risultato che in pochi avrebbero pronosticato alla vigilia e delle due squadre sembrava quella di Ancelotti ad avere un obiettivo e  non viceversa. Una menzione a parte  il salvataggio di koulibaly  che è qualcosa di straordinario che rimarrà negli annali del nostro campionato. Il migliore e lui assieme a Fabian Ruiz. Unica insufficienza Milik, che ha sbagliato molto, ma sono stati errori indolori visto quello che ha fatto il resto il reparto offensivo del Napoli. Capitolo Inter, Lautaro Martinez ha poco da rimproverarsi, solo super Kulibaly e la traversa gli hanno negato una potenziale e doppietta. Male invece la difesa, in particolare Miranda per la mancata diagonale in occasione del secondo gol di Mertens .

Il Napoli vince così  la quarta partita di seguito e si congeda più che degnamente davanti ai propri tifosi, in attesa dell’ultima di campionato a Bologna, per la gloria.

NAPOLI-INTER 4-1

16′ Zielinski (N), 60′ Mertens (N), 71′ e 78′ Fabian Ruiz (N), 80′ rig. Icardi (I)

NAPOLI (4-4-2): Karnezis, Malcuit, Albiol, Koulibaly (83′ Luperto), Ghoulam, Callejon, Allan, Zielinski, Ruiz, Mertens (79′ Younes), Milik (75′ Insigne). All. Ancelotti 

INTER (4-2-3-1): Handanovic, D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Asamoah, Gagliardini (57′ Vecino), Brozovic, Politano (46′ Icardi), Nainggolan, Perisic (79′ Candreva), Martinez. All. Spalletti

Ammoniti: Koulibaly, Nainggolan, Allan e Ghoulam

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli