Cambiamento climatico? Colpa di Satana!!

Secondo il capo di gabinetto del ministero per la Famiglia, Claudio Ceresani, la forte mutazione delle condizioni climatiche sarebbe colpa di Satana. “Se abbiamo calpestato questo pianeta è colpa dell’uomo, ma nell’uomo agiscono forze trascendenti, nel cuore dell’uomo agisce la tentazione. A Satana resta poco tempo per prendere di mira il creato”.

Cristiano Ceresani, capo di gabinetto del ministero per la Famiglia e le disabilità, ha espresso un bizzarro concetto personale inerente il drastico cambiamento delle condizioni climatiche verificatosi negli ultimi anni.

Egli, ospite del programma Uno Mattina, trasmesso sull’emittente Rai al canale Rai 1, per l’esattezza, ha affermato che il cambiamenti climatico sarebbe opera dell’uomo, spinto in tentazione da Satana. Questo particolare concetto è racchiuso all’interno del libro ‘Kerygma, Il Vangelo degli ultimi giorni’, del quale Ceresani è autore.

Proprio qui egli spiega, nel pieno della trasmissione, che il cambiamento climatico è avvenuto a causa dell’uomo che ha “calpestato il pianeta”, “ma nel cuore dell’uomo agiscono forze trascendenti. A Satana resta poco tempo per prendere di mira il creato”.

Ceresani è capo di gabinetto del ministero dall’ottenimento dell’incarico di capo dell’ufficio legislativo, ottenuto dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi, nel 2016.

“È ovviamente colpa dell’uomo, della sua incuria, della sua avarizia, della sua ingordigia. Ma se abbiamo calpestato questo pianeta che è l’unico che abbiamo e che non possiamo sostituire è colpa dell’uomo, ma nell’uomo agiscono forze trascendenti, nel cuore dell’uomo agisce la tentazione. Cerco di spiegare come il fatto che Satana sarà scagliato sulla terra con grande furore, sapendo che gli resta poco tempo, proprio per prendere di mira il creato e la creazione, è un dato teologico”, come spiegato da Ceresani durante il programma, citando il proprio libro.

Grazie alla guida di Lorenzo Fontana, politico italiano, vicesegretario federale della Lega Nord, nonché ministro per la famiglia e le disabilità, il capo di gabinetto del ministero si porge poi delle domande fondamentali: “perché ci viene rivelata questa cosa? Perché questo tema dello sconvolgimento finale viene evocato? Lo paragono a quel che accade oggi e quel che accade oggi è inedito nella storia dell’umanità, non è mai accaduto prima e gli scenari sono molto molto pericolosi per la sopravvivenza del genere umano”, concludendo così il proprio discorso.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO