4shared
5 C
Napoli
martedì, 25 Gennaio 2022

Caffè freddo, una bevanda dalla tradizione centenaria

Bevanda fredda e refrigerante, il caffè freddo è diffuso in tutto il mondo, soprattutto in Italia, la cui preparazione e realizzazione sono usuali del territorio del Salento

Da non perdere

Il caffè… una delle bevande più illustri, diffusa in ogni angolo del mondo e sorseggiata da un numero elevatissimo di individui. Si ottiene dalla macinazione dei semi di diverse specie di piccoli alberi tropicali, i quali appartengono al genere Coffea, parte della famiglia botanica delle Rubiacee. Numerose sono le tipologie di questa bevanda, tra cui una molto famosa, denominata “caffè freddo“, la cui preparazione è usuale nella zona del Salento, in Campania. Esso è amato in Italia e in tutto il mondo, in particolare per il suo gusto rinfrescante.

Nei mesi caldi, il caffè freddo, infatti, è il sostituto eccellente di quello classico e tradizionale per mitigarsi e per un break refrigerante. La giusta carica per affrontare meglio la giornata! Questa bevanda è avvolta da una patina misteriosa, costituita da tante leggende ed infinite storie le quali contraddistinguono la sua origine centenaria. Dalla regioni più lontane nel mondo a quelle più antiche, da abitudine atipica a trend del momento: in alcune zone geografiche è ormai un elemento imprescindibile per alcuni individui.

Caffè freddo: la leggenda di una celebre bevanda

Secondo alcune tradizioni ed diverse storie leggendarie, le origini del caffè freddo, noto anche come iced coffee, potrebbero riallacciarsi al Mazagran, bibita zuccherata al caffè tipica dell’Algeria, molta famosa attualmente in Portogallo. Nel passato di questa bevanda, ci sarebbe, però, anche la Spagna, luogo nel quale si realizzava il “Cafè del Tiempo“, tipico caffè di Valencia. Delle testimonianze, risalenti agli inizi dell’Ottocento, confermano, infatti, la relazione interconnessa tra la città spagnola e svariate aree italiane.

Altre fonti, invece, affermano che il caffè freddo sia un antenato dell’antico “Cà phê đá“, caratteristico del Vietnam. Questa arcaica bevanda prevedeva un gusto dolce, ottenuto dal latte condensato. Anche dalla tradizione cilena esso potrebbe discendere, in particolare dal “Café Helado“, un invitante e squisito dolce che accosta la crema chantilly al caffè con il ghiaccio.

In terra italiana, il caffè freddo comparse per la prima volta a Lecce, all’Avia Bar della famiglia Quarta. Qui fu introdotto con delle innovazioni: il classico caffè, infatti, era coperto da grosse scaglie di ghiaccio picconato, per renderlo ancora più caratteristico.

Caffè del nonno: una variante molto gradita

Fresco e saporito: queste sono le caratteristiche principali che meglio descrivono ed etichettano il caffè freddo. Peculiarità, inoltre, che rendono la bevanda adatta per la stagione estiva, trasformata, poi, in altre versioni, magari anche più squisite. Il Caffè del nonno, infatti, è una ricetta della tradizione italiana, in particolare di Napoli, la quale è gradita da numerose persone.

L’unione di alcuni ingredienti dà luogo a qualcosa di unico, ad un amalgama perfetto da gustare: caffè espresso e crema di nocciola, avvolti da uno strato di panna. La bontà aumenta con un piccolo cucchiaio di liquore all’interno del caffè, per aggiungere morbidezza e raggiungere un sapore ancor più prelibato.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli