11.1 C
Napoli
martedì, 29 Novembre 2022

Budget Cap per la F1, le parole di Hamilton

Il campione inglese commenta la violazione del tetto di spesa di Red Bull.

Da non perdere

Eva Maria Pepe
Laureata in Lettere classiche, ama l'arte, la letteratura, i viaggi. Il suo più grande sogno è diventare scrittrice.

Siamo pronti per assistere all’incredibile tappa del Mondiale di F1 ad Austin. Si torna però a parlare del caso Budget Cap. La FIA ha infatti confermato la violazione del tetto di spesa previsto per l’anno 2021 da parte della Red Bull. Ci saranno di certo delle sanzioni e non si sa ancora se il team verrà punito anche con un’eventuale sottrazione di punti. Intanto si dice che la Red Bull si stia già organizzando per un patteggiamento.

La Federazione ha introdotto il Budget Cap, entrato in vigore ad inizio nel 2021. Si tratta di un vero e proprio tetto di spesa, corrispondente a circa 145 milioni di dollari massimo per il 2021. Per il 2022 previsti 140 milioni e per il 2023 135. Ogni squadra dunque non deve superare questo budget. Ci sono però degli extra aggiuntivi da considerare solo in caso di campionato più lungo o di weekend con sprint race. Lo scopo di questa nuova regola è cercare di rendere la F1 un pò più sostenibile in termini di costi. Inoltre in questo modo si crea anche un maggiore equilibrio tra le squadre.

Il campione del mondo Lewis Hamilton ha commentato così la vicenda:“Sono focalizzato su quello che posso controllare, sono sicuro che FIA prenderà le giuste decisioni per l’integrità dello sport. Personalmente guardo ai prossimi obiettivi sul 2021 ho le mie opinioni e sono orgoglioso di quanto abbiamo fatto come squadra. Però per il futuro servirà estrema chiarezza altrimenti c’è il rischio che il sistema possa saltare. Tutta questa storia crea tanta confusione tra i fans ed è un aspetto molto importante su cui riflettere.”

Per quanto riguarda la gara, il campione inglese invece ha detto:“Come tornare a battere la Red Bull? Beh, siamo umani anche noi della Mercedes e commettiamo errori. Anche in Ferrari c’è tanta forza ed esperienza. Noi abbiamo un grande leader, con grandi appassionati e una grande comunicazione. Toto Wolff è un leader capace di ‘elevare’ le persone, le porta a vivere bene il loro privato. E questo spinge a far crescere la voglia di far parte del team. Ma spero che torneremo a battere presto la Red Bull e mi auguro possa lottare anche la Ferrari. Però ci sono anche altri team che hanno dimostrato di avere potenziale”.
image_pdfimage_print

Ultimi articoli