27.2 C
Napoli
lunedì, 4 Luglio 2022

Brian, annegato a 4 anni, il dolore del papà: Non ti dimenticherò mai

Da non perdere

Brian, annegato a 4 anni, il dolore del papà: Non ti dimenticherò mai. Resta ancora tutta da chiarire la vicende del bimbo morto annegato a Termini Imerese. In attesa dell’autopsia tiene banco il dolore del genitore: “Amore di papà, mi hai lasciato. Ti giuro amore mio, non ho parole per dirti che ora che mi hai lasciato per sempre io non ti dimenticherò mai”. Questo il messaggio affidato ai social dal papà di Brian Puccio.

“Adesso io non ce la faccio a stare senza di te. Non ce la faccio, io voglio venire con te, ma anche tuo fratello è rimasto senza di te. Addio amore mio buon viaggio, amore della mia vita” un uomo disperato, iscritto anche  nel registro degli indagati insieme alla moglie. Un atto dovuto, spiega Procura della città siciliana.

Brian, annegato a 4 anni: le tappe della vicenda

Nel giorno della Festa della Repubblica Brian, con i genitori, il fratellino e alcuni amici, si trovava sulla spiaggia di Termini Imerese quando è stato improvvisamente notato a faccia in giù, in mare. Oggi verrà eseguita l’autopsia, un accertamento tecnico irripetibile al quale dovrà assistere anche un consulente della famiglia del bimbo assieme all’avvocato. In questo modo si potrà fare chiarezza sulle cause della morte del piccolo. Già non respirava. Poco prima, in base a quanto i testimoni hanno raccontato, stava giocando con i coetanei.

Il piccolo, tirato fuori dall’acqua, non dava segni di ripresa. A quel punto i genitori portano il piccolo al pronto soccorso, ma i medici dell’ospedale Cimino di Termini Imerese, dopo un’ora, hanno accertato che non c’era più nulla da fare. Si ipotizza un attimo di distrazione dei genitori, ma lo scopo degli investigatori è escludere che Brian possa aver avuto un malore.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli