Braccio di ferro tra U.S.A e Cina sull’Oms Trump ha minacciato di sospendere i fondi. L'oms risponde che l'inchiesta ci sarà, ma al momento opportuno.

braccio di ferro

Braccio di ferro tra Trump e Cina per quanto concerne l’Oms e le sue responsabilità.

L’inchiesta tanto agognata sarà aperta ma al momento opportuno.

Il braccio di ferro prosegue inarrestabile. Dopo le lapidarie dichiarazioni di Mike Pompeo sulla mancata trasparenza di Pechino circa il covid-19, arrivano le affermazioni dello stesso Presidente Trump.

Quest’ultimo, come emerso dall’Ansa, avrebbe inviato una lettera indirizzata all’Organizzazione Mondiale della Sanità, dichiarando  fuori dai denti, una malgestione dell’emergenza sanitaria e di aver sostenuto  le posizioni cinesi a riguardo,  a scapito delle altre. Trump non si è risparmiato. Ha aggiunto di fatti di voler sospendere i fondi, riconsiderando l’adesione americana all’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Nella lettera inviata a Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms, il Presidente americano  ha lanciato un ultimatum di un mese. Se la situazione non ha un netto miglioramento, l’Oms non avrà più finanziamenti americani.

Tale cambio di rotta afferirebbe all’ipotesi che l’Oms avrebbe saputo già dal 31 dicembre, che Wuhan stesse affrontando un’emergenza sanitaria, e l’Organizzazione avrebbe assunto un atteggiamento superficiale o ambivalente.

L’amministrazione statunitense sta già avviando discussioni su come sarebbe opportuno  riformare l’Organizzazione. Al contrario, e in assenza di cambi di rotta importanti, gli Stati Uniti non aderiranno più all’Oms che secondo quanto dichiarato sempre dal Presidente  Trump ” non sta chiaramente servendo gli interessi dell’America” .

Non si sono fatte attendere le risposte della Cina, attraverso le tonanti parole di Zhao Lijian, Ministro degli Esteri cinese, il quale ha sottolineato quanto le accuse di Donald Trump, possano fuorviare l’opinione pubblica e gettare fango sulla Cina. Per il ministro cinese, le accuse mosse  rappresenterebbero solo un escamotage per giustificare una cattiva gestione delle pandemia in corso, da parte degli U.S.A .

Tuttavia nelle ultime ore si apprende che l’assemblea dell’Oms  ha comunque accettato un accordo, che mira all’avvio al momento opportuno,  di una valutazione imparziale e  a livello globale della risposta sanitaria coordinata dalla stessa Organizzazione.

L’inchiesta prevederà un controllo minuzioso sull’efficienza dei contenimenti del contagio e sulle tempistiche d’azione.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories