4shared
13.5 C
Napoli
giovedì, 15 Aprile 2021

Boris Johnson: “dal 12 aprile anche io al pub”

Johnson ringrazia tutti e afferma che dal 12 aprile l'attività commerciale pian piano riaprirà.

Da non perdere

Il Primo Ministro del Regno Unito, Boris Johnson, afferma “Grazie anche a tutti voi per la pazienza. Gli sforzi stanno pagando”.

Johnson annuncia la seconda fase della “road map” per sventare la pandemia.
Annuncia l’apertura di alcune attività commerciali dal 12 aprile.

Fra le aperture delle attività ci sono anche i pub, Boris” Io stesso lunedì andrò al pub”.
“Gli sforzi pagano, ma attenzione”, bisogna sempre e comunque rispettare le regole messe a punto per contrastare la diffusione del Covid-19.

Il Primo Ministro afferma che non è stata ancora presa nessuna decisione per quanto riguarda i viaggi internazionali. Ha sottolineato la difficoltà nel prendere decisioni perchè “non va sottovalutato il rischio per i viaggiatori di poter importare il virus nel Regno Unito”.

Per quanto riguarda le persone che si recheranno nei negozi o nei pub a partire da lunedì 14 aprile “non verrà chiesto alcun certificato o covid status, nè pensiamo di fare una cosa simile per la fase tre della road map”.

Afferma ancora Johnson, rispondendo alle domande in una conferenza stampa “L’idea però di uno status sul vaccino può essere utile per i viaggi a livello internazionale e ci stanno pensando in molti” escludendo però la possibilità di un “passaporto vaccinale”.

La BBC riporta l’affermazione del Ministro della Sanità : ovvero che il governo britannico offrirà da venerdì prossimo all’intera popolazione di effettuare due test rapidi anti- Covid alla settimana.

Secondo il Ministro della Sanità questa iniziativa sarà utile per evitare e sopprimere qualsiasi focolaio nel paese dal momento in cui il paese esce dal suo lungo periodo di lockdown. 

I test rapidi (che offrono il risultato entro circa 30 minuti) saranno disponibili ed effettuati in appositi centri (in farmacia e saranno anche inviati per posta).

I test attualmente vengono già offerti ai bambini nelle scuole e a tutti coloro che si recano a lavoro lasciando la loro abitazione.

Boris Johnson “Assicurare i test rapidi su base regolare è più importante che mai per assicurarci che gli sforzi fatti fin ora non siano sprecati”

 

 

Ultimi articoli