4shared
13.7 C
Napoli
giovedì, 2 Dicembre 2021

Bonisoli dice stop all’iniziativa #DomenicalMuseo

Dopo la fine dell'estate niente più domeniche gratis ai musei, ha annunciato il Ministro Bonisoli

Da non perdere

In occasione della sua visita alla Biblioteca Nazionale di Napoli Vittorio Emanuele III, il neo Ministro dei Beni Culturali, Alberto Bonisoli, ha annunciato la fine dell’iniziativa #DomenicalMuseo.

Questa decisione, già antecedentemente discussa dopo l’insediamento del nuovo governo Conte – Di Maio – Salvini, è giunta in dirittura d’arrivo.

L’iniziativa, nata nell’estate del 2014 e promossa dall’allora Ministro Dario Franceschini, già all’epoca molto discussa, era nata per avvicinare i cittadini e i turisti, alla cultura del nostro paese, rappresentata dalla grandezza del suo patrimonio artistico-culturale, architettonico e paesaggistico, nonché portare i più giovani verso il mondo della scienza e dell’arte.

L’iniziativa #DomenicalMuseo ha avuto un successo incredibile in questi anni e registrato un’affluenza senza precedenti, tanto che nel 2015 ha fatturato oltre 150 milioni di euro proprio grazie al progetto lanciato da Franceschini.

Ma ciò nonostante, gli incassi sono nulla di fronte a quelli percepiti dai massimi poli museali europei come El Prado de Madrid, Le Louvre de Paris, British Museum of London ect.

Quindi, dalla fine di questa estate, cambierà il trend nei poli museali italiani.

Il Ministro Bonisoli ha infatti dichiarato: – « Le domeniche gratis andavano bene come lancio pubblicitario, ma se continuiamo così, a mio avviso andiamo in una direzione che non piace a nessuno. Per l’estate non cambia nulla, ma poi le cose cambieranno. Lascerò maggiore libertà ai direttori, se vogliono mettere una domenica gratuita non c’è niente di male, ma quando obbligo a farla non va bene

Infine aggiunge: – « Penso ad esempio  a Pompei: chi ci va a novembre? Magari la prima o tutte le domeniche di quel mese si può aprire gratis perché non c’è tanta gente. Il problema è quando si viene costretti dal ministero ad aprire la prima domenica di agosto, con migliaia di turisti stranieri che arrivano e pensano che gli italiani sono pazzi perché li fanno entrare gratis. Se uno pensa di pagare una cosa e improvvisamente diventa gratis sembra un po’ una fregatura: portare avanti questo progetto ben oltre il periodo per cui era stato pensato non va bene.»

Intanto tramite la piattaforma social Facebook, arriva la replica dell’ex Ministro Franceschini, il quale invita il neo Ministro a ripensarci e a non abolire l’iniziativa.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli