Il black-Saturday di Manhattan: 70.000 persone al buio

Il black-out che ha investito New York sta attualmente causando estesi disagi, in particolar modo alle linee metropolitane e nelle abitazioni, dove oramai da 20 ore circa manca la corrente elettrica.

I media lo definiscono già “black-Saturday” , il black-out che ha improvvisamente messo in ginocchio Manhattan, zona ricca di New York piena di banche e uffici di borsa.

Al momento circa 70.000 persone sono senza la corrente elettrica e numerosi disagi si sono registrati nella serata di ieri, soprattutto nelle metropolitane e nella fattispecie in quella di Midtown, ove il sovraffollamento e la mancanza di corrente elettrica hanno causato anche qualche momento di panico tra coloro che attendevano il treno presso la banchina.

Bill De Blasio, sindaco di New York dal 2014, ha affermato che il black-out è stato causato da una centralina elettrica mal funzionante sulla 49th West che, causa un cortocircuito, ha preso fuoco.

Altra zona fortemente interessata dalla mancanza di luce elettrica è l’Upper West Side dove si trova la celebre stazione ferroviaria della Columbus Circle.

Anche Times Square ha subito notevoli disagi: tutti i maxi-schermi sono spenti e alcuni sono stati anche danneggiati dal black-out stesso.

L’assenza di corrente elettrica ha inoltre impedito il regolare svolgimento di alcuni eventi musicali e teatrali. Il principale è con ogni probabilità il concerto di Jennifer Lopez che si sarebbe dovuto tenere al Madison Square Garden e, in seconda analisi, spettacoli che avrebbero avuto luogo a Broadway.

Le strade sono in tilt:  tutte le carreggiate impegnate da un numero elevatissimo autoveicoli che normalmente non circolerebbero qualora funzionassero correttamente i mezzi pubblici. Inoltre, i semafori spenti hanno già provocato più di 5 incidenti in poche ore.

Bill De Blasio ha inoltre ringraziato con un accorato annuncio su Twitter tutte le squadre di soccorso che si sono immediatamente recate nei luoghi di maggior disagio, in particolar modo le metropolitane, ove le porte automatiche dei vagoni sono state forzate per essere aperte e migliaia di persone hanno dovuto camminare per centinaia di metri nei bui tunnel della Grande Mela, affiancati dalle squadre dei Vigili del Fuoco.

Per il momento il sindaco non si sbilancia su quando sarà nuovamente usufruibile l’elettricità negli ambienti domestici e non, anche se indicativamente in 24 ore tutto dovrebbe tornare alla normalità. Chiaramente un lasso di tempo che sembra trascurabile è,invece, per una metropoli come New York una problematica davvero insostenibile.

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO