Bitcoiin, il clone di Bitcoin, crescita oltre il 2000%

Bitcoiin, il clone della nota criptovaluta, cresce all'impazzata, aumentando di circa il 2000%. Cos'è il biitcoin e come sta influenzando il mercato digitale?

Bitcoin_21secolo_emanuelemarino
Bitcoin

Durante gli ultimi anni il sistema Bitcoin si è imposto nell’economia mondiale a livello digitale. Il sistema consta di differenti tipi di criptovaluta, tra le quali si annoverano il Bitcoin Cash e il Bitcoin Gold, riscuotendo un vero e prooprio un successo mondiale, a causa delle innovazioni introdotte all’interno della sfera delle criptomonete.

Negli ultimi giorni una nuova criptovaluta si sta affermando, il cui nome è Bitcoiin, spesso chiamata anche “scamcoin”, ossia criptovaluta truffa, che nonostante ciò sta riscuotendo un successo inaudito, generando cifre da capogiro. Nell’ultima settimana il suo valore è aumentato del

2000%, nonstante in questi giorni il mercato delle criptovalute stesse attraversando un periodo di grande difficoltà, in quanto le criptovalute si trovano in una vera e propria fase di stallo.

Il lancio di questa criptovaluta è avvenuto nel 2018.

Essa inizialmente non ha ricevuto grossi consensi, fino a quando, recentemente, l’exchange di

Coinmarketcap ha deciso di annoverarla tra le sue criptovalute.

Il Bitcoiin si è piazzato al 1330 posto della classifica delle criptovalute a maggiore capitalizzazione, il 13 gennaio del 2019, giungendo oggi al 67esimo posto nella lista.

L’offerta annuale di Bitcoiin è di 55.791.209 di B2G con 49.374.653 B2G in

circolazione, il suo ultimo prezzo è di 0,525537€.

La criptovaluta in questione è oggi utilizzata su ben 7 mercati, con 761.380€ scambiati durante le ultime 24 or, toccando la vetta del volume di scambi, pari a 2 milioni$

La criptovaluta ha registrato una crescita esponenziale, pari al 2263% durante gli ultimi sette giorni.

Il mercato di scambio di Bitcoiin è principalmente Exrates, un exchange che detiene circa il 60% degli scambi totali del settore, offrendo la possibilità di utilizzo di Bitcoin, Ethereum e Tether.

Nel marzo del 2018, l’anonimo fondatore del progetto e l’ambasciatore dello stesso, l’attore Steven Seagal, hanno deciso di abbandonare il progetto, sostenendo che questo fosse l’obbiettivo originario fissato per la criptovaluta.

“Da questo punto in poi Biitcoin funzionerà all’interno del suo ecosistema e diventerà una vera criptovaluta anonima senza che gli individui abbiano il controllo su di essa!”, riporta il comunicato stampa del progetto.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO