17.8 C
Napoli
domenica, 2 Ottobre 2022

Bimbo morto a Sharm: genitori a rapporto dalla Polizia

Da non perdere

Bimbo morto a Sharm: genitori a rapporto dalla polizia. Si continua a parlare di questa vicenda. Una vera e propria tragedia che va ad unirsi alle tante che si susseguono in Italia in questa torrida estate. Sfortunatamente per questa famiglia ci sono tanti lati oscuri da chiarire.

Sette giorni dopo i funerali del figlio a Palermo, sono stati interrogati i genitori del piccolo Andrea Mirabile. Torna alla ribalta la vicenda del bambino di sei anni morto durante una vacanza con la famiglia a Sharm el Sheikh. Per circa due ore la mamma e il papà del bimbo, Rosalia Manosperti e Antonio Mirabile, hanno risposto alle domande della polizia.

Bimbo morto a Sharm: genitori a rapporto dalla Polizia

I due sono ascoltati dagli agenti della sezione omicidi della Mobile di Palermo su delega della Procura, che cerca di ricostruire con esattezza i luoghi frequentati dalla famiglia prima che il bambino e il padre (rimasto per diversi giorni in ospedale ma ora fuori pericolo) si sentissero male.

La polizia vuole conoscere i luoghi frequentati dalla famiglia siciliana e tutto quello che i tre hanno mangiato. Infatti la prima ipotesi avanzata sulla causa del decesso di Andrea è quella di una intossicazione alimentare. Dal Policlinico di Palermo sostengono che a determinare la tragedia potrebbero essere anche intossicazioni da contatto o ambientali.

 I genitori del bambino sono stati ascoltati separatamente: mamma Rosalia, che è incinta di 5 mesi, è apparsa ancora molto provata. Alla polizia la coppia, a quanto si apprende, ha raccontato di essersi sentita male e di essersi rivolta alla guardia medica di Sharm che avrebbe parlato di intossicazione da cibo e di non aver mangiato mai all’esterno del resort in cui alloggiava. Quel che è strano, è che nessun altro ospite del resort avrebbe avuto gli stessi sintomi della famiglia palermitana.

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli