domenica 23 Giugno, 2024
21.2 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Biden-Putin: oggi vertice da guerra fredda a Ginevra

I leader russo Putin ed il suo omologo americano Biden si sono incontrati oggi, a Ginevra, ospiti nella maestosa Villa La Grange.
I preparativi sono iniziati diversi giorni fa, e tutto sembrava essere pronto.

Non è stato un incontro semplice quello tra Joe Biden e Vladimir Putin, ma, al contrario, stando alle previsioni e soprattutto alle dichiarazioni della vigilia, da una parte come dall’altra, nella migliore delle ipotesi l’incontro odierno rappresenterà un inizio.

L’incontro sarebbe potuto durare dalle quattro alle cinque ore, comprese le pause, come aveva fatto sapere alla vigilia il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ripreso dall’agenzia Interfax. Il vertice, allargato ai ministri degli Esteri, è iniziato intorno alle ore 13:00, dell’ora locale.

La scelta di Villa La Grange per il faccia a faccia Biden-Putin

La scelta della location non è casuale: perché nella Villa La Grange venne firmata, nel 1864, la prima convenzione di Ginevra e qui, ancora, nel 1969, Papa Paolo VI rivolse un appello alle potenze nucleari affinché diventassero “generosi architetti di pace“. Ma anche perché fu proprio a Ginevra che, 36 anni fa, la stretta di mano tra Michail Gorbaciov e Ronald Reagan segnò l’inizio della fine della Guerra Fredda.

Ma, inutile illudersi: il vertice conclusosi in queste ore, tutt’al più ripristinerà il ritorno a normali relazioni diplomatiche tra le due potenze planetarie. Come ha dichiarato Dmitrij Trenin, direttore del “Carnegie Moscow Center” e politologo: «ci troviamo di fronte a una totale mancanza di fiducia reciproca».

Peskov:  “Serve accordo su controllo armamenti”

L’agenda del vertice di oggi tra Putin e Biden, “è troppo vasta per essere esaurita entro quattro o cinque ore, quindi i colloqui dureranno tutto il tempo che i due leader riterranno necessario.” precisa Dmitri Peskov.

“Nessuno sta ponendo limiti di tempo ai presidenti. Sarà una loro scelta. A Ginevra ci si accordi su avvio controllo armi. La stabilità strategica e il controllo degli armamenti sono questioni molto delicate e complesse, ed è una materia che va oltre le nostre relazioni bilaterali poiché la stabilità strategica è una questione che riguarda il mondo intero”, ha concluso Peskov.

Il programma del vertice Biden-Putin

Il vertice a Ginevra tra il presidenti Vladimir Putin e Joe Biden è iniziato alla presenza dei due ministri degli Esteri, il russo Serghei Lavrov e l’americano Tony Blinken.

“Se i due presidenti lo riterranno necessario, parleranno a tu per tu, faccia a faccia”. Lo ha precisato ieri il portavoce del Cremlino.
Due le sessioni in cui si è suddiviso il meeting: alla prima, in formato ristretto, hanno preso parte, oltre ai presidenti,  Blinken e Lavrov; dopodiché il meeting è stato allargato, includendo una delegazione di cinque membri per parte.

Il vertice di oggi a Ginevra fra il presidente americano Joe Biden e quello russo Vladimir Putin è iniziato alle 13:35, secondo quanto ha reso noto la Casa Bianca.
Biden è giunto a Villa La Grange alle 13.10, ricevuto dal presidente svizzero Guy Parmelin.
Alle 13.25 è stata scattata la foto con Biden, Putin e Parmelin.
Il programma reso noto dalla Casa Bianca non prevedeva un pranzo di lavoro.

Si è partiti alle 13.35 con un incontro bilaterale fra Biden e Putin, seguito dall’incontro “bilaterale esteso” alle 14.55.
Alle 16.40, informa il programma, è proseguito l’incontro bilaterale esteso.

Al termine del vertice, Biden terrà una conferenza stampa all’Hotel du parc, a Ginevra, ma l’orario non è stato ancora fissato.
L’incontro di Putin con la stampa russa era previsto per le 18:00.