30.8 C
Napoli
giovedì, 26 Maggio 2022

Berlusconi con o contro Renzi?

Da non perdere

Vincenza Papa
Collaboratore XXI Secolo.

Nel week end appena concluso si è svolta la manifestazione basta tasse sulla casa di Forza Italia, il leader Berlusconi ha dichiarato più volte che il Paese si trova in una situazione preoccupante.
Berlusconi è scocciato. È ora di dire la verità a tutti gli italiani: “rischio, ma non posso più astenermi dal dire come stanno le cose e da questo momento torno in piazza per dire la nostra verità a tutti gli italiani”.

Forza Italia contro il governo Renzi
Forza Italia è contro le politiche economiche del Governo, che  hanno portato alla peggiore situazione per mancanza di posti di lavoro dal 1976. “Siamo contro la politica fiscale del Governo che colpisce anzitutto la casa, che per noi è sacra”. Berlusconi ricorda che non siamo più in democrazia, che ci troviamo di fronte al terzo governo non eletto. Matteo Renzi – sottolinea il Cavaliere- svolge la carica di Presidente del Consiglio sulla base di 148 deputati incostituzionali e, quindi, da incostituzionali non potrebbero votare le riforme costituzionali o eleggere il Capo dello Stato. Sulla presunta elezione anticipata del Capo dello Stato è scontro tra i due. Berlusconi data la situazione preoccupante italiana crede che si debba mettere al primo posto  l’elezione del Capo dello Stato, così da garantire un minimo di equilibrio e di credibilità istituzionale.
Matteo Renzi, invece, è propenso prima per la riforma costituzionale, la legge elettorale e poi, le presunte elezioni del Capo dello Stato. Il Pd si è preso praticamente tutto, anche chi non era del Partito Democratico ora è  salito sul carro del vincitore, e il Pd ha portato al governo dei maghi che hanno fatto solo promesse, mentre agli italiani sono arrivate più tasse sulla casa e sui risparmi, c’è il record di disoccupazione e le tariffe sono alle stelle.

Il Jobs Act non creerà posti di lavoro

Secondo Berlusconi, il jobs Act non serve assolutamente a niente. “I vertici di Confindustria non pensano che si potrà assumere un solo italiano in più”. Inoltre, per creare posti di lavoro c’è bisogno di una riduzione dell’Irap fino all’abolizione definitiva, inoltre, per chi assume a tempo indeterminato la decontribuzione completa per i primi 3 anni.

Programma di Forza Italia 
Nelle due giornate dedicate al no tax day, non è mancato la presentazione del programma e gli obiettivi fissati dal Cavaliere.
Obiettivo principale è abolire la tassa sulla casa, che – secondo Berlusconi- ha tolto risorse alle famiglie e ha bloccato un settore fondamentale come l’edilizia.
Aumento delle pensioni minime per 13 mensilità in caso di vittoria alle prossime elezioni con la detassazione  da subito delle case di proprietà delle persone anziane
Infine, l’emissione di una moneta nazionale, servono due monete. Berlusconi è a conoscenza della difficoltà di quest’ultimo punto, ma è convinto che saranno i mercati a dire quanto vale rispetto all’euro.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli