4shared
8.5 C
Napoli
mercoledì, 1 Dicembre 2021

Benzina: pioggia di ribassi

Da non perdere

Raffaele Della Rotonda
Collaboratore XXI Secolo.

Il prezzo del petrolio, da qualche mese a questa parte, è ormai in costante ribasso. Secondo alcuni osservatori, il calo dei prezzi del greggio dipenderebbe da un vero e proprio disegno strategico dell’Arabia Saudita che, di proposito, starebbe attuando una politica al ribasso proprio per costringere fuori mercato le produzioni statunitensi. Questo è quanto presunto da Archie Dunham, presidente del gruppo energetico Chesapeake, in una intervista a Bloomberg.

Fatto sta che nella giornata di ieri, il petrolio ha chiuso in calo a Wall Street, perdendo un ulteriore 0,43% , a quota 48,36 dollari al barile. Questa pioggia di ribassi, ovviamente, ha caratterizzato l’andamento dei prezzi praticati dai distributori.

Secondo i rilievi di Quotidiano energia, relativamente all’Italia, a mettere mano ai listini di benzina e diesel sono state IP (-1,5 cent al litro), TotalErg (-2 cent), Q8 (-1 cent), Esso (-1,5 cent), Tamoil (-2 cent) e Shell (-1 cent). Le punte minime osservate nel nord Italia si attestano dunque a 1,478 euro al litro per la benzina, a 1,464 per il diesel e a 0,563 per il gpl.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli