Benevento sul mercato per la Serie A ie Le streghe di Pippo Inzaghi sognano il bomber in attacco.

Con la vittoria di ieri, il Benevento calcio approda in Serie A con sette giornate di anticipo rispetto alla conclusione del torneo. Ma il Benevento sul mercato è già in fibrillazione.

I risultati del Benevento 76 punti in classifica, con 23 vittorie, 7 pareggi e 1 sconfitta contro il Pescara del 26 ottobre scorso è un successo per Pippo Inzaghi e il suo team. 

Ma la società beneventana sembra già protesa a guardare oltre, alla sessione di mercato.

Il Benevento sul fronte mercato sogna ad occhi aperti.

Dopo l’incubo dei playoff rimasti in gola l’anno scorso, il Benevento è stato un mero carro armato capace di schiantare qualsiasi avversario e dominare a suon di punti il tanto atteso ritorno in A.

E i nomi per il mercato, soprattutto per il versante d’attacco non mancano.

Gervinho, ex Roma e attuale attaccante del Parma è certamente il bomber più papabile ad arricchire il reparto avanzato.

Ma anche sirene estere ampliano l’orizzonte onirico delle streghe del Benevento.

La chiusura da parte del ds Foggia è in dirittura d’arrivo per Remy, ex attaccante del Chelsea in forza al Lille.

Eppure non sembra bastare. Perché altri nomi saltano fuori dal breviario del reparto avanzato per regalare un bomber a mister Inzaghi.

Sturridge e Llorente sono tra quelli in auge d’oltralpe per insediarsi presso i giallorossi.

Tra gli italiani caldeggia il nome dell’ex juventino Simone Zaza insieme a quello di Lapadula.

Anche per il reparto difensivo si è in attesa di rinforzi decisivi: l’ex palermitano Kjaer al momento è però più vicino al Milan.

A centrocampo forte pressing su Glik in uscita del Monaco.

In attesa di vedere il derby del Sud, con i cugini azzurri del Napoli e lo scontro in famiglia tra i fratelli Simone e Filippo Inzaghi, salvo imprevisti del Psg pronto a coprire d’oro per portar a Parigi il tecnico laziale alla corte di Lotito, il Benevento calcio può godersi questo ritorno nella massima serie con nuovi prove da affrontare nella giungla dei grandi del calcio italiano.

Print Friendly, PDF & Email

Laureato in lettere moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II, parlante spagnolo e cultore di storia e arte. "Il giornalismo è il nostro oggi."

more recommended stories