28.1 C
Napoli
venerdì, 27 Maggio 2022

Bene e male a confronto ne “Il lago dei cigni”

Da non perdere

Emanuela Iovinehttps://www.21secolo.news
Ambiziosa, testarda e determinata. Napoletana ma residente a Gallarate. Ho conseguito la Laurea Magistrale in Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II", presentando una tesi dal titolo: "Tendenze Linguistiche del Giornalismo dalla carta al web". Iscritta dal Novembre 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti della Campania. Diplomata nel Giugno 2013 in danza classica e moderna e attualmente docente di lettere.

Mercoledì 2 Aprile e Giovedì 3 alle ore 21:00, si terrà presso l’Auditorium Conciliazione di Roma la rappresentazione del balletto classico “Il lago dei Cigni” con artisti di grande fama come Ashley Bouder, del New York City Ballet; Joaquin de Luz e l’etoile italiano Giuseppe Picone.

Il Cigno Nero, sensuale e seducente, incarna le forze del male e si oppone al Cigno Bianco, che invece simboleggia la purezza ed il bene. In pochi attimi si passa quindi dal sogno romantico ad un clima di forte tragicità attraverso la morte.

Il progetto porterà sul palcoscenico, oltre a stelle della danza internazionale, anche giovani talenti che stanno cominciando ad affacciarsi in questo mondo affascinante e coinvolgente.

Giuseppe Picone sembra aver riservato a se stesso l’assolo dell’atto bianco e il passo a due del Cigno Bianco al fianco della ballerina Marianna Sauriano, dell’Opera di Roma. Ma in una serata dedicata anche al Cigno Nero, non poteva certo mancare il riferimento al film “Black Swann”, psicothriller che nel 2013 ha regalato alla protagonista, Natalie Portman, un Oscar. Picone afferma: “la danza deve essere interpretata come sana competizione ed é solo con impegno, sacrificio e rinunce che si può giungere alla realizzazione di un sogno”.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli