Basket del Michigan: il capitano e i propri dubbi Isaiah Livers non è del tutto soddisfatto della squadra

Il programma di basket del Michigan è attualmente in corso sul 9-0 per iniziare la stagione con la possibilità di andare 10-0 contro il Minnesota mercoledì sera. Nonostante il buon inizio che hanno avuto i Wolverines seduti in cima alla conferenza, il capitano e l’attaccante Isaiah Livers non è esattamente soddisfatto della situazione della sua squadra finora.

Basket del Michigan, i Wolverines: Livers non è del tutto soddisfatto della squadra

Dopo l’avvio del programma di basket del Michigan il capitano e l’attaccante dei Wolverines afferma che noj è del tutto soddisfatto della squadra e che potrebbe migliorare nel corso della stagione.

Nell’apparizione sul podcast “The Michigan Basketball Insider with Tim McCormick”, a Livers è stato chiesto dove poteva vedere la squadra migliorare e Livers non ha esitato a delineare due aree che vorrebbe vedere migliorare con il progredire della stagione. Il primo è stato delineato molte volte da allenatori e giocatori. Fortunatamente, la quantità di palle perse non ha ancora danneggiato la squadra, ma è una situazione in corso che potrebbe vedere il primo difetto nel record dei Wolverines.

Il numero uno è il turnover“, ha iniziato Liver a McCormick, “Soprattutto all’inizio del gioco. All’inizio della partita abbiamo degli errori imprudenti, direi. I ragazzi sono semplicemente super pronti o sono semplicemente super ansiosi. Oltre a questo, esci e prenditi cura della palla in anticipo, in questo modo non dovremo arrivare all’intervallo e concentrarci sulle palle perse e camminare sui gusci d’uovo là fuori. Possiamo tornare in quel secondo tempo ed andare a giocare a basket. Direi che è il nostro numero uno”.

Tuttavia, Livers attribuisce allo staff tecnico della U-M il merito di aver portato le cose sulla strada giusta durante le riprese. “Numero due, solo la comunicazione là fuori in campo”, ha ripreso Livers, “Abbiamo fatto un ottimo lavoro. Ricordo che all’inizio della non conferenza guardavamo il video ed i ragazzi erano confusi su chi cambiare e non con chi cambiare. Mi sento come se avessimo ripulito tutto. Lo staff tecnico ha fatto un ottimo lavoro nel trapanarci. Ci siamo preparati per la Big Ten Conference e sento che stiamo migliorando in questo settore. Quindi definitivamente i turnover. “

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories