10.6 C
Napoli
domenica, 29 Gennaio 2023

Barbie e Ken nelle vesti sacre

Da non perdere

Deborah Santorohttps://www.21secolo.news
Laureanda in Archeologia e Storia delle Arti presso l’Università Federico II di Napoli, ama riportare alla luce la storia dei luoghi del passato, senza tralasciare miti e leggende, considerate parte importantissima della cultura popolare. Amante delle arti culinarie, si diletta ai fornelli. Crede nel giornalismo al servizio della verità e ad essa si presta.

Li avevamo già visti nelle originalissime versioni di William e Kate, Edward Cullen e Bella Swan e James Bond e compagna ma mai ci saremmo aspettati di vedere la coppia più famosa al mondo, Barbie e Ken, nelle vesti della Vergine Maria e di Gesù Cristo.

Pool Paolini e Marianela Perelli sono i due artisti di Rosario, in Argentina, che hanno dato vita alla blasfema versione di Barbie e Ken, scatenando non poche polemiche in tutto il paese. Quasi le due sacre versioni non bastassero ad inquietare gli animi del mondo ecclesiastico, gli artisti hanno dato vita a un’intera collezione nella quale i due piccioncini per eccellenza vestono i panni di famosi personaggi della religione cristiana e non solo. Troviamo Barbie nella versione Vergine di Luján, Nostra Signora di Itatí, Maria Maddalena, la Vergine di Aparecida e la Vergine di Lourdes e di Fatima. Mentre Ken si può trovare nelle versioni di Budda, San Cayetano, San Sebastiano, San Roque e il Sacro Cuore di Gesù, nonché in quella sicuramente più inquitante di Gesù in croce.

Dinanzi alle tante critiche, gli artisti spiegano nella loro pagina Facebook che: “In un mondo che premia pensare, agire e sentire in maniera omologata è importante affermare un ribelle umorismo per sottolineare la sua sconnessione con l’universo storico e politico”. Tuttavia, non è bastata questa spiegazione per evitare ai due artisti di essere citati in giudizio ai quali per ora non resta che sperare in un aiuto ‘divino’.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli