24.5 C
Napoli
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Back to the Style Graffiti Jam

Da non perdere

Anche quest’anno è tornata una manifestazione attesa dagli amanti della cultura street e non solo: si tratta dell’evento Back To The Syle promosso dal Comune di Napoli e da varie associazioni locali, tra cui il Centro Giovani del Comune di Napoli “Peppino Impastato”, da sempre promotore di varie attività ed eventi nell’area bagnolese.

E’ un programma ricco quello che per 3 giorni di fila, dal 26 al 28 settembre, si tiene in via Cupa Starza a Bagnoli, a due passi dalla facoltà di Ingegneria della Federico II; oltre a dare luce e colore al quartiere è anche un’occasione importante per dare visibilità ad artisti provenienti da tutta europa e dar loro uno spazio libero in cui riversare la loro creatività. Mentre i primi due giorni sono stati soprattutto dedicati al cosiddetto “clock party” o meglio “block party” (come indicato nella pagina ufficiale facebook – ndr) e ad attività ludiche e ricreative per bambini; senza dimenticare l’intrattenimento per i grandi, il 28 settembre, il lungo muro di circa 300 metri di via Cupa Starza che congiunge Via Nuova Agnano con Via Diomede Carafa, è il vero protagonista di una giornata in cui si celebra lo spirito della street art. Se l’anno scorso era la volta dei dinosauri, quest’anno i graffiti sono ispirati ai personaggi della Marvel Comics, quindi supereroi ed antagonisti, dall’Incredibile Hulk a Capitan America, ma non mancano anche esempi che si discostano dal tema, ispirati all’impulso dei writers.

Ma la street art è da sempre anticonvenzionale in sé e uno dei suoi fondamenti è proprio la volontà di rottura con l’arte cosiddetta ufficiale. Da sempre visti dalla società solo come imbrattamuri, questa manifestazione riscatta l’immagine del writer da semplice ‘vandalo’ ad esponente di un’arte che seppur controversa, sta ottenendo un parziale riconoscimento e una maggiore possibilità di espressione in spazi legali, alla luce del sole, senza doversi nascondere.

Non c’è molta gente alle 10.00 in Via Cupa Starza, ma tanto colore sulle pareti e grande concentrazione tra i writers, molti dei quali stranieri, armati di bombolette spray. Alcuni già sono al lavoro; con grande precisione ripetono sui muri le immagini disegnate sulle tavole di riferimento, altri studiano la parete come un’artista analizza la tela in cui racchiudere il proprio lavoro. Nel frattempo arrivano più persone, tra cui passanti attirati dall’atipicità dell’evento. Attraverso Via Cupa Starza si accede al Parco Totò luogo privilegiato di relax domenicale ed erano molti i genitori che nel passaggio obbligato vero il parco si sono ritrovati a passeggiare in quella stradina tra zaini e bombolette spray, fermandosi a spiegare ai figli chi sono gli eroi dei fumetti. Sui muretti sono seduti amici dei writers e semplici curiosi, tutti ansiosi di seguire i passi del disegno, dall’atto di elaborazione fino alle ultime ‘spruzzate’ di colore.

Dopo la manifestazione della street art in mattinata, la giornata proseguirà con varie battle di breakdance e rap freestyle con tanto di premiazione finale. Il finale dell’evento sarà ancora una volta dedicato alla musica ska/rocksteady con il dj Ciccio Sciò.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli