In aumento il numero dei casi influenzali.

Aumentano i casi d'influenza dal Nord al Sud del Paese. Ad esserne maggiormente colpiti sono i bambini al di sotto dei 5 anni.

In questo periodo un gran numero di italiani è vittima del famoso virus di stagione e si ritrova a letto con l’influenza. Ad esserne maggiormente colpita, è stato notato, è la fascia pediatrica al di sotto dei 5 anni.

A differenza dell’anno passato, questa volta l’epidemia procede più a rilento e le cause possono essere diverse: una mutazione del virus oppure l’aumento di vaccini antinfluenzali. Infatti, pare che le scorte vaccinali si siano esaurite molto prima questa volta e a farne maggior ricorso sono stati gli anziani.

Il Ministero della Salute ha infatti ricordato, attraverso uno spot radiofonico, l’importanza della vaccinazione e di come attraverso essa, sia possibile proteggere noi stessi e di conseguenza anche gli altri, poiché salvaguardandoci possiamo evitare la trasmissione del virus.

Il picco epidemico è previsto per la fine di gennaio e inizio febbraio e sarà soprattutto la riapertura delle scuole ad essere causa determinante del contagio infantile.

I sintomi sono quelli a noi noti: febbre, dolori muscolari o articolari, tosse, mal di gola, secrezione nasale e stanchezza.

Alcuni stanno ricorrendo attualmente al vaccino, creando non poche difficoltà ai medici, che si sono ritrovati privi di scorte. Fortunatamente ne è in arrivo dall’estero una cospicua dose che dovrebbe tener testa al boom di richieste.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO