Atalanta da record, in ballo alte cifre per i quarti La straordinaria vittoria per 4-1 sul Valencia, avvicina la Dea ad un traguardo pazzesco

La magnifica vittoria dell’Atalanta per 4-1 sul Valencia, fornisce grande fiducia ai tifosi della Dea in vista del ritorno in programma il prossimo 10 marzo allo stadio “Mestalla”. La squadra di Gasperini ha disputato una partita di altissimo livello fino al gol del momentaneo 4-0, salvo poi calare d’intensità, subire la rete di Cheryshev, e concedere diverse occasioni agli spagnoli.

Ma quanto incasserebbe l’Atalanta in caso di passaggio del turno? Innanzitutto va detto che ieri sera, con i 45.000 di San Siro, la Dea ha registrato il maggior incasso di sempre con 2.618.951 euro. Polverizzato il precedente record di 1.796.889 euro, in occasione di Atalanta-Manchester City dello scorso 6 novembre.

Come si apprende dalla redazione Calcio e Finanza, un’eventuale (e più che mai possibile) accesso ai quarti di finale porterebbe nelle casse bergamasche ben 10,5 milioni di euro. A ciò si aggiungerebbe la seconda parte del market pool che può variare da un minimo di 6 milioni ad un massimo di 9,3 milioni di euro.

Prima della sfida di ieri, i ricavi totali dell’Atalanta per questa edizione della Champions League hanno raggiunto quasi i 40 milioni di euro: 5 milioni per il market pool, 15,25 per la partecipazione ai gironi, 3,3 per il ranking, 9,5 per l’accesso agli ottavi, 6,3 milioni per i risultati conseguiti nella fase a gironi, più un ulteriore bonus di 0,5 milioni.

In ballo tantissimi soldi, per una società che da anni si sta comportando in maniera esemplare e sta raccogliendo i frutti di un lavoro sviluppato con grande competenza ed organizzazione. Qualora l’Atalanta dovesse avere la meglio sul Valencia, si proporrebbe tra le migliori 8 squadre in Europa. A dimostrazione del fatto che, a volte, l’ingegno ed un’accorta pianificazione del  lavoro, possono sopperire ad una disponibilità economica decisamente inferiore rispetto ai top club mondiali.

Ad ogni modo c’è ancora un ritorno da giocare, ma questa Atalanta è già nella storia.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories