21.6 C
Napoli
giovedì, 26 Maggio 2022

Asteroide in vista: questa sera passerà a circa 2 milioni di chilometri dalla Terra

Gli astronomi rassicurano: questo asteroide passerà ad una distanza di sicurezza pari a 5 volte quella della Luna

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Un asteroide dal diametro di 1 chilometro passerà accanto alla Terra questa sera. Il corpo celeste, denominato 7482, è definito dalla NASA come “potenzialmente pericoloso“. Alle ore 22:51 del 18 gennaio — ora italiana — sarà possibile osservare, anche con un telescopio non professionale, il suo passaggio ravvicinato. Questo evento rappresenta un rischio per gli abitanti della Terra? Sembrerebbe di no.

Asteroide in vista: una vecchia conoscenza degli astronomi

In realtà, l’oggetto celeste non è affatto sconosciuto agli astronomi di tutto il mondo e, quindi, il suo passaggio non rappresenta una sorpresa. Passerà accanto alla Terra ad una distanza di sicurezza di circa 5 volte quella della Luna e ad una velocità di 75mila chilometri orari ma, nonostante la distanza piuttosto ravvicinata, per gli scienziati non rappresenta un particolare rischio. La sua traiettoria è calcolata con una precisione quasi assoluta grazie alla ricostruzione della storia della sua orbita: il margine di errore contemplato è di 133 chilometri al massimo.

L’asteroide, scoperto dall’astronomo Robert McNaught, è una vecchia conoscenza del Siding Spring Observatory in Australia. L’osservatorio ha avvistato per la prima volta la sua presenza circa 26 anni fa. Dalla sua scoperta, gli astronomi hanno potuto tracciare la sua orbita a ritroso con il minimo margine di errore e ne hanno potuto prevedere anche il passaggio.

Come osservare il Fly-by: la diretta su Virtual Telescope

Date le sue dimensioni — circa 10 volte il Duomo di Milano e 2 volte l’Empire State Building — e la distanza ravvicinata la NASA lo ha classificato come “potenzialmente pericoloso” e lo tiene costantemente sotto controllo. Già 89 anni fa, l’asteroide si è avvicinato alla Terra passando ad una distanza di 1,1 milioni di chilometri. Secondo la ricostruzione della sua orbita, il prossimo passaggio, dopo quello di stasera, è previsto per il 18 gennaio 2105.

Questo corpo celeste appartiene alla classificazione degli asteroidi di tipo S, costituiti principalmente da silicati.  Per tutti i curiosi, sarà possibile osservare il Fly-by dell’asteroide previsto per questa sera in diretta su Virtual Telescope. Dato il passaggio ravvicinato sarà possibile, in realtà, osservare il corpo celeste anche attraverso telescopi non professionali.

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli