17.4 C
Napoli
mercoledì, 7 Dicembre 2022

Asteroid Day: l’importanza degli asteroidi

L’Asteroid Day  vuole attirare l’attenzione sulla importanza degli asteroidi ,non solo per la scienza, ma anche per l’intera umanità

Da non perdere

Oggi, 30 giugno 2021 ricorre in tutto il mondo la giornata mondiale degli asteroidi (in inglese International Asteroid Day). Questa è una ricorrenza annuale celebrata dal 30 giugno 2015 con lo scopo di aumentare la conoscenza sugli asteroidi, e in generale sui corpi minori e su cosa può essere fatto per evitare eventi catastrofici che coinvolgano la Terra.

La data venne scelta facendo riferimento all’evento di Tunguska, avvenuto il 30 giugno 1908, il maggior evento di impatto di un asteroide accaduto sulla Terra.  L’ asteroide di 30-40 metri esplose nella stratosfera distruggendo e incendiando una vasta regione della Siberia (2.150 chilometri quadrati), per fortuna disabitata.

L’Asteroid Day fu proposta all’Unesco nel 2014, da diverse personalità: Brian May, astrofisico e chitarrista dei “Queen”, Rusty Schweickart, astronauta dell’Apollo 9, Danica Remy, presidente della Fondazione B612 e Grig Richters, regista e attivista politico.

L’Asteroid Day vuole attirare l’attenzione sulla importanza degli asteroidi – detti anche “pianetini” – non solo per la scienza, ma anche per l’intera umanità.

Infatti, eventi imponenti come quello di Tunguska si ripetono ogni 100-200 anni, ma episodi minori sono piuttosto frequenti.

Solo nel 2020 infatti ci sono stati due eventi:

– Il 1 Febbraio 2020 un oggetto di tre metri si è disintegrato sull’isola di Cuba.

– Il 21 maggio 2020 un masso di tre metri è caduto a sud della Australia

Ma anche a inizio di questo anno, il 21 marzo 2021 il passaggio dell’asteroide Apophis è stato seguito da un grande atteso asteroide denominato 2001 FO32, il cui diametro è compreso tra i 500 e 700 metri e classificato tra quelli potenzialmente pericolosi, ha transitato a 123.887 chilometri l’ora e a circa 2 milioni di chilometri dalla Terra.

Un asteroide è un piccolo corpo celeste simile per la composizione ad un pianeta terrestre. Gli asteroidi composti per la maggior parte di ghiaccio sono conosciuti come comete ed alcuni sono il residuo di vecchie comete che hanno perso il loro ghiaccio nel corso degli avvicinamenti al Sole.

L’asteroide più grande del sistema solare interno è Cerere, con un diametro di 900 – 1000 Km, seguono Pallade e Vestaentrambi con diametri di circa 500 Km. La maggior parte degli asteroidi orbita tra Marte e Giove ad una distanza compresa tra 2 e 4 UA dal Sole, in una regione conosciuta come Fascia principale.

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli