domenica 26 Maggio, 2024
17 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Aspi nel crollo del ponte Morandi: l’accusa del M5S

“Il ponte Morandi è stato definitivamente demolito e presto comincerà l’opera di ricostruzione, ma l’obiettivo fondamentale, oggi come ieri, è fare giustizia: lo dobbiamo alle persone che hanno perso la vita, ai loro familiari, ai cittadini che ci danno fiducia ogni giorno” . Questo l’incipit dei 5 stelle sul loro blog, post in cui ribadiscono la necessità di esautorare la società Autostrade per l’Italia (Aspi).

In particolare si fa riferimento ad un dato che apparirebbe fondamentale: l’Aspi vedrebbe saliti i profitti ma scesi gli investimenti.

Gli incassi della società sono stati remunerati tramite l’innalzo del costo ai caselli, con una crescita del prezzo del 30% in 10 anni. La criticità risiederebbe però nel calo degli investimenti e nella minore opera di manutenzione, scesa in un anno del 7%.

Di seguito l’appello dei pentastellati:

“Dobbiamo mettere fine a tutto questo, e in questo anno di governo abbiamo già iniziato a correggere alcune distorsioni, bloccando ad esempio gli aumenti ai caselli autostradali fino a giugno. Ora tutti i concessionari, compresa Autostrade per l’Italia, hanno deciso che fino al 15 settembre non scatteranno i rincari previsti dal primo luglio. Quando lo Stato torna a farsi sentire i privati si adeguano, se non vogliono pagare dazio”. 

“Ma nel caso di Autostrade il sacrosanto stop agli aumenti delle tariffe non può bastare. Come governo abbiamo il dovere di sottrarre le autostrade italiane dalle mani di chi ha guadagnato cifre mostruose senza investire adeguatamente nella manutenzione e nella sicurezza dei cittadini. Lo stop alla concessione pubblica è un dovere morale“. 

Anche il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, si era espresso in merito all’Aspi, con l’abbattimento dei piloni del ponte a tutti tragicamente noto:

“Rientrato il parere della commissione tecnica di esperti in supporto al ministero e quello che da una lettura sommaria possiamo iniziare a dire è che si evince un grave inadempimento da parte del concessionario Autostrade per l’Italia e questa è la base per andare avanti”. 

In occasione della giornata della demolizione si era consumata un’altra polemica, quella per le inquadrature della Rai, su RaiNews24. Pare che il leader Luigi Di Maio sia stato oscurato durante il servizio televisivo -si presume allo scopo deliberato di oscurare lo stesso Movimento 5 stelle- , in cui erano presenti anche Matteo Salvini, Giovanni Toti, governatore della Liguria e Marco Bucci, sindaco della città di Genova.

Rosalba Caramiello
Rosalba Caramiello
Giovane psicologa clinica laureatasi all'Università di Roma "La Sapienza" ed educatrice, appassionata di giornalismo e fotografia.