Asl Na 1: il pasticcio di una cattiva informazione Tamponi via Comunale del Principe, il pasticcio è solo quello di una cattiva informazione

Riceviamo e pubblichiamo

Tamponi via Comunale del Principe, il pasticcio è solo quello di una cattiva informazione
In merito alle informazioni di stampa per le quali l’ASL Napoli 1 Centro avrebbe creato «un pasticcio»
nell’allestimento dei controlli per i cittadini che rientrano dall’estero è utile chiarire che la sera del 12 agosto 2020,
a pochi minuti dall’entrata in vigore dell’ordinanza (la n°67 del 12 agosto 2020) del Presidente Vincenzo De Luca,
l’ASL Napoli 1 Centro ha messo a disposizione dei propri utenti l’email per provvedere alle segnalazioni da parte
di quanti sarebbero dovuti rientrare da paesi interessati dall’ordinanza stessa. Alla mail si affianca il numero verde
800909699 che funziona, ininterrottamente, dal 05 febbraio 2020. Inoltre, per snellire la realizzazione dei tamponi
e offrire ai cittadini un servizio ancor più efficiente, l’ASL Napoli 1 Centro ha prima supportato il Cotugno, il 13 e
il 14 agosto, per fare tamponi alle centinaia di persone che in barba alle regole dettate dall’Ordinanza presidenziale
(la n°68 del 13 agosto 2020) si sono recate in ospedale e, poi, organizzato al Frullone una postazione fissa (attiva
dalle ore 9,00 del 15 agosto; la postazione sarà attiva tutti i giorni dalle ore 9,00 alle ore 18,00) alla quale afferire
volontariamente e previa segnalazione via mail, riservata ai cittadini residenti sul territorio di competenza. Notizia
riportata peraltro da tutte le principali testate giornalistiche campane che, correttamente, hanno evidenziato la
possibilità di sottoporsi al tampone presso la sede via Comunale del Principe n°13/A (c.d. Frullone) a partire dalle
ore 9,00 del 15 agosto.
Se è comprensibile che alcune decine di cittadini abbiano provato comunque a presentarsi al Frullone il giorno 14
agosto (gli stessi sono stati subito indirizzati alla postazione dell’ASL Napoli 1 Centro al Cotugno, dove hanno
ricevuto la prestazione del tampone), resta del tutto incomprensibile che si possa utilizzare questo tentativo
accusando l’ASL stessa di un “pasticcio” in realtà inesistente e che offende il gran lavoro messo in campo anche in
giorni nei quali la stragrande maggioranza delle persone è in ferie mentre, per dovere, gli operatori sanitari
continuano ad essere a lavoro per garantire salute.
Nel comunicato stampa diramato il 14 agosto dall’ASL Napoli 1 Centro veniva infatti chiarito: «Si comunica che
tutti coloro che avranno inoltrato richiesta alla email sopra indicata potranno recarsi il giorno successivo alla
postazione fissa tamponi viaggiatori ubicata in Napoli alla via Comunale del Principe n°13/A (c.d. Frullone) ove
sarà possibile eseguire il tampone solo ed esclusivamente se registrati in piattaforma a seguito invio email».
Nessun pasticcio, dunque, se non da parte di chi avrebbe il compito di informare i cittadini e invece preferisce
proporre suggestioni negative che alimentano un clima di diffidenza in un momento estremamente delicato,
finalizzato a far passare l’ASL Napoli 1 Centro come un’Azienda governata in modo disordinato e confuso.
«La migliore risposta a queste mistificazioni – dice il direttore generale Ciro Verdoliva – è continuare a lavorare a
testa bassa, anche se c’è molta amarezza nel dover subire questi continui attacchi diffamatori. Colgo l’occasione per
ringraziare tutti i dipendenti di tutte le articolazioni organizzative aziendali che lavorano per garantire la sicurezza
e la salute dei cittadini».

Print Friendly, PDF & Email

Appassionata di scrittura ha pubblicato vari racconti con diverse case editrici e da sempre sogna di diventare giornalista. Ma il suo sogno più grande è quello di poter pubblicare una sua antologia di racconti.

more recommended stories