10.3 C
Napoli
martedì, 29 Novembre 2022

ASL 33, l’informazione è prevenzione.

Da non perdere

Raffaella Ambrosanio
Redattrice del XXI Secolo, universitaria ed innamorata della comunicazione in tutte le sue forme. Coltiva tante passioni, ama viaggiare mantenendo le proprie radici ben salde al suolo e sogna l'America.

Venerdì 17 e sabato 18 aprile 2015 l’ASL del distretto 33 Napoli 1 Centro in collaborazione con la IV municipalità ha lasciato i suoi uffici per scendere in piazza. Due giornate dedicate all’informazione, alla prevenzione e soprattutto alla cultura. Molti medici, attraverso stand ed interventi hanno sottolineato l’importanza di una corretta informazione. I benefici della prevenzione, figlia dell’informazione non sono solo legati a un notevole miglioramento della qualità della vita del paziente, ma ne trae giovamento anche il sistema economico della sanità.

Tra le tante personalità, abbiamo avuto il piacere di parlare con il dott. Alessandro Limardi che da vent’anni si occupa di dipendenze patologiche. In merito all’importanza dell’ Asl in piazza ha così commentato: «E’ sicuramente un evento di grande rilievo poiché genera un fenomeno di prevenzione sul territorio che non è solo circoscritto tra le mura dell’azienda. Noi per esempio come servizio territoriale per le tossiche dipendenze siamo presenti soprattutto tra le scuole offrendo un servizio porta-a-porta. Quindi ci interessiamo dei luoghi dove è necessaria una prevenzione e un’informazione dettagliata. Abbiamo in tal senso contattato più di 600 ragazzi ai quali abbiamo somministrato dei questionari proprio per scoprire cosa i ragazzi pensavano sul gioco d’azzardo. Da questi brevi questionari è emersa una larga disinformazione, diversamente da quanto si possa pensare. Questo non vale solo per il gioco d’azzardo. Le riferisco una mia personale esperienza: parlando a una classe in merito al gioco d’azzardo, siamo poi slittati verso le varie dipendenze e le malattie ad esse correlate come HIV, rivelando ancora una volta una cattiva informazione. Per questo è importante che le amministrazioni siano sempre attenti, vigili rispetto a questi tipi di problemi».

Alessandro _Limardi_21secolo_raffaella_ambrosanio
Dott. Alessandro Limardi

Arte, musica e spettacolo come terapia.

Riflettori puntati anche sul binomio salute-cultura. Nello specifico la dottoressa Giulia Zinno che si occupa di ginecologia e ricerca scientifica, ci ha illustrato l’importanza dell’arte nella salute di ogni paziente. La dottoressa Zinno, sostenuta dal dottor Marco Lombardi, attraverso l’associazione “Art Circus” porta avanti la ricerca attraverso un mezzo fruibile che possa toccare i cuori delle persone: arte, musica e circo. L’associazione collabora, infatti, con importati artisti circensi sia italiani che internazionali. In particolare la dottoressa Zinna si occupa della ricerca scientifica finalizzata all’implementazione della musicoterapia in gravidanza.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli