10.6 C
Napoli
domenica, 29 Gennaio 2023

Arredo: rivalutiamo i tappeti

Da non perdere

Rileggendo e riguardando un po’ qui e un po’ là tutto ciò che riguarda l’arredamento una cosa è chiara: l’importanza dei tessuti in una casa perché la vestono, completano l’arredo e soprattutto riscaldano gli ambienti. Tra questi, non fanno eccezione i tappeti, basta capire che materiale preferire e dove collocarli.

Tante volte ad un tappeto non è data la giusta importanza perché è un complemento d’arredo che, in un certo senso, “si trasmette” come abitudine di generazione in generazione. O la si ha oppure non farà parte mai della propria casa. Questo in quanto spesso i nostri genitori non lo utilizzavano per gusti o per mancanza di spazio perché se gli ambienti sono piccoli un tappeto può dare un senso di soffocamento ma bisogna dare atto che se invece gli spazi consentono può sopperire ad un “buco” estetico non indifferente.
In un salone spazioso completa l’arredo davanti al divano, in cucina ripara il pavimento dal grasso, in bagno lo salva dalle continue macchie di acqua e nelle camere da letto, usati come scendiletto, permettono ai piedi di avere un contatto caldo se le pantofole non vengono ritrovate al primo colpo.

tappeto vintage
tappeto vintage

Non importa che tipo di arredamento si abbia perché un tappeto da abbinare ad un classico o ad un moderno o addirittura a stili come pop – art e urban, si trova sempre e forse anche in maniera più semplice di quanto si possa immaginare.
Generalmente sono più diffusi, specie negli ambienti moderni, quei tappeti a trama piatta quindi non fanno pelucchi e sono semplici da pulire, dal pelo raso e dal fondo antiscivolo.
I gusti riguardo ai colori ed alle forme possono essere veramente soddisfatti tutti: dall’etnico all’orientale, dal vintage al contemporaneo, dalla tinta unica alle sfumature varie. Insomma, ce n’è per tutti.

Chi ama la qualità può trovare nei tappeti pregiati la realizzazione di un sogno: provengono generalmente dall’oriente, i cosiddetti tappeti persiani che, per l’appunto, giungono a noi dalla Persia, dal Caucaso oppure dall’Anatolia. Se ci si avvicina a quelli originali avranno un costo notevole e bisogna affidarsi a negozi di fiducia che rilasciano un attestato di autenticità. Altrimenti si può optare per qualcosa di meno caro, ossia fatti a manifattura moderna pur richiamando l’antico.tappeti kilim

Ultimamente trovano spazio i tappeti turchi che sono molto più economici, i kilim, ma che offrono all’ambiente calore per i loro colori naturali che nel tempo affievoliscono un po’ acquistando notevole spessore nell’ambiente ed inoltre si adattano a tutti i tipi di stili ed arredi.

Per chi ama le stoffe ed i tessuti, allora non può allontanarsi dai tipici tappeti di canapa o lino duro, oppure molto belli ed eleganti quelli indiani chiamati dhurrie che vengono realizzati con lana o cotone e che offrono innumerevoli fantasie adattandosi soprattutto agli arredamenti moderni.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli