Apre a Napoli The Spark, la libreria multitasking L'inaugurazione si terrà il 27 febbraio alle 19 a Piazza Bovio

The Spark
The Spark

Arriva a Napoli un innovativo progetto culturale, la libreria “The Spark”, che si propone come luogo capace di integrare diverse specialità al suo interno: si darà spazio alla lettura, alla musica e all’intrattenimento tramite una serie di laboratori creativi, pensati per trascorrere il tempo libero in compagnia di amici e colleghi.

L’attività sarà ospitata da una struttura di 300 metri quadrati divisa su tre piani e si troverà nel centro storico di Napoli, a Piazza Bovio, nei pressi dell’Università e della Camera di Commercio.

Diversi elementi culturali confluiscono in questo esperimento dalla vocazione artistica, capace di proporre alternative differenti pensate per un pubblico vario. La libreria aprirà il 27 febbraio alle ore 19 ed è previsto l’ingresso libero. 

L’evento è stato pubblicizzato sui principali social network, primo fra tutti facebook, sul quale è stato pubblicato il seguente messaggio: “Dopo tanta attesa finalmente The Spark Creative Hub apre le sue porte. Design, musica, libri, fotografia e tecnologia animeranno l’OPENING che tutti aspettavamo”. 

The Spark presenterà una serie di ambienti dedicati, nei quali poter approfondire diverse forme d’arte.

È previsto uno spazio dedicato alla lettura che presenta 40mila libri, al quale si aggiungono delle sale che approfondiscono argomenti come la saggistica, le arti, la letteratura mondiale ed, infine, una sezione per bambini. 

La libreria, a conduzione familiare, nasce dalla necessità di ampliare le offerte proposte dal settore e si fa portatrice di un’anima poliedrica nella quale cultura e innovazione confluiscono perfettamente.

Tra le tante attività proposte sono compresi anche una sala dischi, un laboratorio di fabbricazione digitale, una sala riunioni ed uno spazio dedicato alla formazione e agli eventi. A prendere parte attiva al progetto sono gli studenti dell’Università degli studi della Campania, i quali hanno sviluppato l’uso di strumenti come la stampante 3D.

Ad aprire gli eventi previsti è l’incontro con Alessandro Barbero, programmato due giorni dopo l’apertura, che si svolgerà durante l’approfondimento “Lezioni di Storia Festival”.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories