Anziana legata nell’ospedale di Caserta

Ciccarelli ha denunciato una spiacevole situazione verificatesi presso l’Ospedale civile di Caserta, nel reparto di neurochirurgia, dove è ricoverata l' anziana madre 85enne.

anziana-legata-in-ospedale

Ieri, sabato 8 dicembre 2018, Domenico Ciccarelli ha sporto denuncia presso i Carabinieri di Caserta.

L’uomo ha denunciato una spiacevole situazione verificatesi presso l’Ospedale civile di Caserta, nel reparto di neurochirurgia, dove è ricoverata la madre 85enne.

Ciccarelli ha spiegato alle forze dell’ordine che gli infermieri dell’ospedale in questione, lo avrebbero fatto uscire, insieme ad altri parenti, giunti a fare visita a sua madre, ricoverata per una caduta accidentale.

Gli infermieri avrebbero detto ai parenti dell’anziana donna, come sostiene Ciccarelli, che avrebbero provveduto a contenere l’agitazione della donna tramite la procedura utilizzata dall’ospedale in questi casi, ovvero le fasce di contenzione.

L’uomo racconta che tutti i suoi familiari si sono opposti a tale procedura.

Tuttavia Ciccarelli, durante la denuncia ai Carabinieri di Caserta, riferisce che il giorno successivo all’accaduto, la famiglia ha trovato la madre con le gambe incastrate nelle sbarre del letto, con lenzuola e abiti pieni di urina e sangue.

Prontamente le forze dell’ordine, dopo la denuncia del figlio della donna, sono intervenute ed hanno effettuato un sopralluogo nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale in cui è ricoverata la donna, in modo da accertare la verità dei fatti.

Dopo l’intervento delle forze dell’ordine, alla famiglia dell’anziana donna è stato accordato il permesso di restare nella stanza del reparto per prendersi cura della donna.

A rendere nota questa vicenda è stato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale, che chiede a gran voce un’indagine interna all’ospedale in quanto tale avvenimento è inaccettabile e molto grave.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO