24.9 C
Napoli
giovedì, 7 Luglio 2022

Antartide: riapre la base Mario Zucchelli

Da non perdere

La XXX spedizione antartica è impegnata nello studio delle variazioni climatiche, dell’inquinamento ambientale, della geologia, astrofisica e biologia: la sede operativa di tale squadra è la base italiana in Antartide “Mario Zucchelli”, ubicata esattamente a Baia Terra Nova.

La durata del lavoro è fissata nell’arco temporale di 4 mesi, con l’impegno di circa 170 tra tecnici e ricercatori italiani e stranieri, il cui arrivo è previsto per le prossime settimane. Presso la base in oggetto è già atterrato un primo gruppo di studiosi afferenti per lo più all’Enea, a parte due ufficiali delle forze armate, deputati alla sala operativa, tre piloti di elicottero, un medico, un cuoco e il coordinatore responsabile della spedizione, insieme con 13 tecnici specializzati.

Lo studio è inserito nel Programma Nazionale di Ricerca in Antartide, che attinge risorse economiche dal Ministero dell’Università e della Ricerca, in ottemperanza alle indicazioni strategiche della Commissione Scientifica Nazionale per l’Antartide. La vita nella base non sarà particolarmente facile, poiché pur trattandosi di una spedizione estiva, si toccheranno temperature che oscilleranno dagli 0 ai -35 gradi sotto lo zero.

Nello spazio circostante si prepareranno 4 campi che serviranno alle ricerche inerenti la terra, ossia studi pertinenti al nostro pianeta con il coinvolgimento della geologia e della geodinamica, della tettonica e dei meteoriti. Per quanto concerne le applicazioni biologiche, verranno allestiti altri due campi, sempre nello spazio circostante.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli