18.1 C
Napoli
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Antartide: il Covid raggiunge l’ultimo continente ‘immune’

Da non perdere

L’Antartide non è più il continente Covid free.

Fino a qualche tempo fa, l’Antartide risultava essere l’unica zona dell’intero pianeta che il coronavirus non era riuscito a raggiungere. Oggi, invece, la situazione è ben diversa.

Secondo le ultime notizie arrivate da uno dei poli estremi del nostro pianeta, sarebbero stati registrati ben 36 casi di positività al virus pandemico.

I media cileni hanno dichiarato che il focolaio, con ben 36 persone positive al virus di cui 26 membri dell’esercito cileno e 10 addetti alla manutenzione, è stato registrato  nella base General Bernardo O’Higgins Riquelme, che è una delle 13 basi cilene dell’Antartide.

Dunque, anche l’ultima zona libera è stata conquistata dal Covid. La pandemia sembrerebbe essere arrivata in questa base cilena situata vicino alla punta più settentrionale della penisola antartica nella regione occidentale, lontano dalla base australiana collocata nella parte orientale.

L’esercito cileno ha provveduto tempestivamente a trasferire in Cile le 36 persone risultate positive. Inoltre sono risultati positivi anche 3 membri dell’equipaggio inviato a prestare sostegno alla base.

Il segretario della Salute della regione di Magellano, Eduardo Castillo, ha dichiarato: “Dei 102 test fatti nella stazione di ricerca Villa Las Estrellas e analizzati a Punta Arenas, è risultata una persona positiva al SarsCov2 e otto tracciate come contatti stretti. Tutti saranno trasferiti a Punta Arenas per stare in quarantena.”

Nonostante l’Antartide sembrasse essere una zona Covid free, molti sono stati gli avvertimenti di un possibile arrivo del virus. Questo perché al momento in cui è stato dichiarato lo stato di pandemia, l’Antartide iniziava l’inverno e i sei mesi di notte continua, con i ricercatori che sono rimasti isolati nelle loro basi.

Ma con la fine del gelido e rigido inverno e l’arrivo dei nuovi ricercatori nelle 13 basi che sono dislocate nel continente australe, tra i più freddi ed inospitali luoghi del pianeta dove gli unici abitanti sono quelli transitori, è arrivato anche il rischio di contagio da Covid-19.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli