Anm, post di scuse contro borseggiatori e abusivi

21secolo_anm_domenico_papaccio
Anm

Il problema del trasporto pubblico nel Mezzogiorno fa da sempre discutere. Ultimamente ad accendere gli animi ulteriormente, sono state le cancellazioni di alcune corse di interesse particolare per la mobilità a Napoli e aree limitrofe da parte della Anm, Azienda Napoletana per la Mobilità, la quale ha anche attuato un piano di maggiorazione dei ticket che avvantaggiato il servizio di trasporto abusivo presente tra via Stadera, piazza Garibaldi, Mergellina e Marechiaro, solo per citarne alcuni.

Ma, un problema persistente alla mobilità pubblica partenopea e non solo, è certamente quello dei borseggiatori, che negli ultimi anni è aumentato sui bus.

Ma, allo scopo di sdrammatizzare e allo stesso tempo di far riflettere l’opinione pubblica sulla drammaticità della situazione in cui versa il trasporto pubblico partenopeo, stamane ci ha pensato un autista stesso dell’azienda Anm e sindacalista Usb, Adolfo Vallini.

Il Vallini, tramite il proprio profilo Facebook, ha postato un messaggio di scuse “ironico”, atto a sensibilizzare sulle problematiche presenti all’interno e all’esterno della società pubblica campana, con un messaggio pulito ma tagliente.

“Si avvisano i gentili borseggiatori e gli abusivi di Marechiaro, Stadera, Mugnano, etc. che la linea R2 è temporaneamente sospesa. Stiamo lavorando affinché il disagio possa essere risolto nel minor tempo possibile”

Ciò è quanto riferito dall’autista dell’Anm, il quale ha puntualizzato anche in merito al lavoro fatto dalla società per ridurre problematiche che gettano fango non solo sulla stessa compagnia di trasporti, ma anche sulla stessa città.

Infatti, nonostante i sistemi di videosorveglianza, il problema dei furti e dei borseggi su alcune linee tra le più frequentate, come il 140, R2 ed il 201, non è stato ancora risolto.

Già due anni fa, due autisti di bus della compagnia del trasporto pubblico Anm, in occasione di Maggio dei Monumenti, affisse all’interno dei veicoli delle scritte in italiano ed in inglese, in cui si avvisavano che a bordo c’erano borseggiatori.

Print Friendly, PDF & Email

Laureato in lettere moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II, parlante spagnolo e cultore di storia e arte. "Il giornalismo è il nostro oggi."

more recommended stories