1

Il padre di Angela Iannotta: “Situazione stabile ma non tornerà a casa a breve”

angela iannotta

Arrivano aggiornamenti sulle condizioni di Angela Iannotta, la giovane madre 28 enne ricoverata in gravi condizioni nel Reparto di Rianimazione dell’Ospedale di Caserta.

La donna si era sottoposta ad un duplice intervento di bypass gastrico con l’obiettivo di perdere peso. Le operazioni hanno avuto alcune complicazioni, ed hanno richiesto il ricovero urgente in ospedale per una grave forma di setticemia.

Il marito e i suoi familiari hanno dato il via ad una battaglia legale contro il dottore Stefano Cristiano. Cristiano è il direttore della clinica abruzzese dove la donna si è sottoposta ai diversi interventi chirurgici per un bypass gastrico.

Il padre di Angela Iannotta in un’intervista

Il padre di Angela Iannotta ha rilasciato nelle scorse ore un’intervista, diffusa dagli avvocati Crisileo.

Mia figlia sta sempre in pericolo di vita, anche se ieri l’altro è stata trasferita dal Reparto Rianimazione al Reparto di Chirurgia del Grossi Trauma dell’Ospedale di Caserta dove è sotto stretta osservazione del primario chirurgo dott. Alberto D’Agostino che conosce nei minimi dettagli la situazione clinica di Angela” dice l’uomo

“Voglio ringraziare anche la sua intera equipe chirurgica e quella del Pronto Soccorso di Caserta, diretta dal dott. Diego Paternostro. Voglio anche ringraziare il gruppo dei medici della Rianimazione e della Terapia intensiva diretta dal dott. Pasquale De Negri. Se non fosse stato per loro, mi creda, lo dico commosso, quella notte del 3 febbraio scorso, quando mia figlia venne trasferita lì, essi capirono immediatamente il problema della setticemia di cui Angela era affetta per cui allestirono immediatamente una sala operatoria d’urgenza (con il dott. Francesco Mariano), mia figlia oggi non sarebbe più’ in vita. 

Ha poi parlato delle condizioni della figlia:

“Mia figlia è vigile è presente a sé stessa anche se è immobilizzata a letto con l’applicazione di opportuni drenaggi ed altri supporti. E’ alimentata in via artificiale. Non vi sono altre possibilità di alimentarla. Queste sono le notizie che i medici hanno comunicato a noi familiari. Insomma è una situazione indescrivibile, pericolosa, angosciante e drammatica. Angela non ritornerà a casa a breve”.

Infine dei suoi nipotini
“Ha tre figli piccoli di tenera età,, l’ultimo di appena due anni; questi bambini chiedono continuamente della madre ed il padre non sa che dire : una tragedia. Una vera tragedia. Anche perché il padre è profondamente depresso e si è chiuso in se stesso”.