Andrà tutto bene: i fratelli Zabatta vincono il contest Francesco e Benedetta Zabatta sono due bambini della scuola Scotti di Piedimonte (frazione del comune di Barano d’Ischia).

Andrà Tutto bene: vincono due fratellini di Ischia
Andrà Tutto bene: vincono due fratellini di Ischia

Francesco e Benedetta Zabatta vincitori del contest Andrà tutto bene, i colori dell'arcobaleno

Andrà tutto bene è stato e lo è ancora, il motto caratterizzante del periodo di pandemia, un vero e proprio incoraggiamento.

La redazione de il XXI SECOLO ha pensato, proprio durante il periodo buio che ha contraddistinto lo scorso autunno, di aprire un contest, sulla propria pagina Facebook, intitolato proprio “Andrà tutto bene, i colori dell’arcobaleno”; al contest hanno partecipato numerossimi bambini, postando i propri disegni, realizzati durante le giornate trascorse in casa.

A vincere il contest, il post che ha ottenuto più like, ossia quello di due bambini di Ischia, Francesco e Benedetta Zabatta, fratello e sorella, che frequentano rispettivamente le classi prima, e quinta, della scuola elementare Ciro Scotti, di Piedimonte, appartenente al Circolo didattico di Barano.

La redazione del XXI secolo ha avuto il piacere di raggiungere telefonicamente la maestra Pompea Mattera, che ha proposto ai bambini la partecipazione al contest, e i bambini stessi, i quali con vivacità ed allegria hanno espresso tutta la loro soddisfazione.

Maestra Mattera, grazie per aver accettato di chiacchierare con noi; quando e da cosa nasce l’idea di coinvolgere i bambini in un progetto così bello e di invitarli poi a partecipare al contest promosso dal XXI SECOLO?

“Grazie a Voi. Durante il lockdown ho dato l’input ai bambini, miei alunni, di realizzare con qualsiasi tecnica un arcobaleno, simbolo del famoso motto “Andrà tutto bene”.

Io insegno anche arte, quindi era un compito assegnato in relazione alla mia materia, ossia immagine. Ho fatto vedere la foto dell’arcobaleno realizzato da mia figlia Laura, che ha partecipato al concorso, e subito dopo, diversi bambini di due classi dove insegno, mi hanno inviato i loro disegni raffiguranti gli arcobaleni.

Ho pensato di raccoglierli tutti, e di farne un buon uso, anche in futuro, qualcosa di originale.

Solo successivamente, scorrazzando su internet ho trovato il contest proposto dal XXI SECOLO “Andrà tutto bene” e senza pensarci troppo ho inviato i lavori, coinvolgendo anche le famiglie”.

Francesco e Benedetta Zabatta sono due bambini della scuola Scotti di Piedimonte (frazione del comune di Barano d’Ischia). Francesco in particolare, è suo alunno, è un bambino al quale piace molto disegnare?

Francesco Zabatta frequenta la classe prima A, dove io insegno, sua sorella Benedetta, invece, è in quinta.

Sicuramente, come ogni bambino, Francesco è vivace, ma anche molto intelligente, mette spesso alla prova; è molto responsabile e ha una bella famiglia alle spalle, sempre presente. Posso dire che è molto generoso, questa è una caratteristica che lo contraddistingue e sì gli piace disegnare, ha molta immaginazione.

Ricordo comunque che, io insegno anche nella prima B, all’interno della quale ci sono anche altri bimbi che hanno partecipato al contest”.

Francesco e Benedetta, che abbiamo raggiunto telefonicamente, hanno sottolineato che non si aspettavano assolutamente di vincere. Sono stati incoraggiati, come detto precedentemente, dalla maestra Pompea Mattera, a partecipare, e sono rimasti felicemente sorpresi quando hanno scoperto di aver vinto, con tanti like.

Signora, posso chiederle come la pandemia ha influito sulla quotidianità dei bambini?

La pandemia ha cambiato moltissimo i loro ritmi quotidiani, ma tutto sommato posso dire che hanno vissuto serenamente questo periodo, seppur difficile. Fortunatamente disponiamo di un piccolo cortile distante dalla strada, dove hanno potuto giocare, quando era bel tempo.

Poi, la didattica a distanza li ha tenuti impegnati, anche se soprattutto a Francesco, mancava molto l’interazione con i compagni di classe, e con i nonni, che abitano vicino ma in un altro comune dell’isola”.

In conclusione, la Signora Anna Rita, ha precisato con ironia, che Francesco è un vero e proprio “vulcano”, un’esplosione, proprio come i colori che ha deciso di utilizzare insieme alla sorella per lo striscione. Benedetta, ha invece un carattere più riservato, e le piace tantissimo disegnare, soprattutto con acquerelli e tempere.

La redazione de il XXI SECOLO ringrazia tutti coloro che hanno partecipato al contest: “Andrà tutto bene, i colori dell’arcobaleno”. In particolar modo, la Maestra Pompea Mattera, la Dirigente della Scuola Scotti, Professoressa Guardiano Annamaria, e ovviamente i due vincitori, Francesco e Benedetta, con la loro mamma.

L’auspicio è quello di incontrarci presto di persona per la consegna del premio, una splendida ceramica.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories