22.6 C
Napoli
venerdì, 30 Settembre 2022

Alpinisti dispersi da sei giorni. Soccorso bloccato

Dispersi da sei giorni Daniele Nardi Tom Ballard in Pakistan. Il maltempo sta bloccando le operazioni di soccorso sul Nanga Parbat

Da non perdere

Dispersi da sei giorni due alpinisti l’italiano Daniele Nardi e lo scozzese Tom Ballard.

Il maltempo sta bloccando le operazioni di soccorso sul Nanga Parbat, la nona montagna più lata della terra, situata in Pakistan.

Al campo base sul Nanga Parbat, fanno sapere che le condizioni meteo non cambieranno nelle prossime ore. I collaboratori di Nardi spiegano che sono “in contatto sia con gli alpinisti al campo base che con il governo pakistano per decidere come procedere, nelle giornate di oggi e domani, con le ricerche di Daniele e Tom”.

I due sono dispersi da domenica sullo sperone Mummery, tra i 5.100 e i 7.000 metri di quota. È fallito anche l’ultimo tentativo di ieri da parte di alcuni alpinisti di raggiungere l’ultimo campo di Nardi e Ballard.

Fermo anche il progetto di trasferire in elicottero il team dell’alpinista Alex Txikon dal campo base del K2 che potrebbe eseguire ricognizioni con tre droni.

Reinhold Messner, grande alpinista italiano, ritiene che i due ragazzi dispersi siano “stati presi da una valanga. Non c’è grande speranza, o c’è quasi zero speranza che sia ancora possibile trovarli vivi”.

Il problema per i soccorsi è dato da tre seracchi (dei blocchi di ghiaccio) che stanno sopra lo sperone Mummery, sia a sinistra sia a destra.

L’alpinista Simone Moro ritiene che “in base alle fotografie che ho visto, sono saliti per un pezzo, poi ritornando giù per qualche motivo, forse nel punto più esposto, sono stati presi da blocchi di ghiaccio”. Al “99.9 per centro sono stati travolti da una valanga generata dal crollo regolare, costante, di uno dei grandi seracchi che sono posti in cima allo sperone”.

Lo staff di Nardi fa sapere che “Asckari, la società che gestisce i voli ha dovuto attendere, nonostante da mattina presto ci fosse l’autorizzazione dei militari”. Inoltre continua dicendo che “la famiglia di Daniele Nardi si è resa disponibile al pagamento delle somme necessarie, ma i tempi tecnici, di fatto, impediscono il trasferimento di ingenti somme in poche ore”.

L’operazione di recupero dell’alpinista basco Alex Txikon e del suo team, dal campo base del K2, è comunque prevista per la mattinata di domani.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli