Alex Ferguson. Un mito che non finisce di stupire!

Ok
Sir Alex Ferguson, con la coppa dalle grandi orecchie.

Sir Alex Ferguson esce dalla terapia intensiva e prosegue la riabilitazione in ospedale.

Migliorano dunque, le condizioni dell’ex allenatore del Manchester United, operato a seguito di un emorragia cerebrale, che lo aveva portato al coma. Nei giorni scorsi l’ex manager scozzese, appena uscito dalla sala operatoria è ripresosi, ha incredibilmente  chiesto ai medici se poteva assistere alla finale di Champions League.

Tempra d’acciaio e carattere ferreo, hanno reso l’allenatore scozzese, il più longevo, sulla panchine del Manchester United, conquistando con questo, innumerevoli successi e legando il suo nome inequivocabilmente, alla storia del club inglese.

 Nato a Glasgow il 31 dicembre del 1941 è considerato uno degli allenatori più grandi di tutti i tempi, alla guida ininterrotta del Manchester United, dove ha dettato legge per 27 anni, ovvero dal 1986 fino al 2013.

Formatosi  nel 1974 con l’ East Stirlingshire,  passa al St. Mirren dal 1974 al 1978,  ma è  alla guida dell’ Aberdeen, che raggiunge i primi e piu significativi successi.  Conquista infatti con gli scozzesi una Coppa delle Coppe, una Super Coppa Uefa, una  Scottish Premier League, 4 Scottish Cup è una Scottish League CAP. I risultati ottenuti gli valgono quindi la candidatura alla panchina della Scozia,  che guida nel biennio 1985/86. Successivamente passa al Manchester, dove vince praticamente tutto.  2 Champions League, una Coppa delle Coppe, una Super Coppa Uefa, una coppa intercontinentale, una coppa del mondo per Club, 13 Premier League, 5 Federation Cup 4 League Cup, 10 Community Shield.

Nel febbraio 2012 viene nominato migliore allenatore del XXI secolo dalla IFFHS,  mentre nel 2010 si piazza al secondo posto di Arsène wenger, come miglior allenatore del decennio che va dal 2000 al 2010.

Nel 2012 raggiunge ancora un altro record, con il suo ingaggio da 9,4 milioni all’anno, è stato il quarto allenatore più pagato al mondo!

Il carattere esuberante, burbero ma buono, fa nascere un feeling speciale con i tifosi che lo eleggono difensore e portabandiera della squadra inglese La Stampa gli tributa gli onori del caso e nel 1983 viene insignito della onorificenza ufficiale dell’Ordine dell’impero britannico. Bissa nel 1995 quando diviene Commendatore dell’impero britannico. Nel 1999 viene elevato al rango di Knight Bachelor.

Tutt’oggi uno degli uomini più amati è più benvoluti dell’intero Impero britannico, vive dell’affetto che non solo i tifosi del Manchester, ma tutti gli inglesi gli hanno riservato, riconoscendole unanimamente una delle persone, in ambito calcistico, più influenti del paese anglosassone. Lo aspettiamo quindi tutti alla ripresa definitiva, affinché possa assistere con il suo sguardo benevole, alla finale della prossima Champions League, così come desidera e alla finale dei prossimi mondiali di calcio.

Auguri Sir Alex!

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO