4shared
9.3 C
Napoli
lunedì, 29 Novembre 2021

Al Teatro Tram in via Port’Alba inizia la nuova stagione

Il teatro Tram fa ripartire con idee innovative la stagione 2021/2022, dopo le restrizioni per la pandemia, dal 14 ottobre 2021

Da non perdere

Il teatro Tram Napoli, situato in via Port’Alba, ha presentato la nuova stagione teatrale 2021/2022, la quale procederà con cautela per la situazione Covid. Dunque, al momento, abbiamo la presentazione dei primi due mesi della nuova stagione, con proposte originali.

La stagione si apre, il 14 ottobre 2021, con la nuova produzione del Teatro dell’Osso: “Operette morali” di Giacomo Leopardi con la regia di Mirko Di Martino. Antonio D’Avino e Nello Provenzano dovranno interpretare i tanti personaggi del capolavoro. Lo spettacolo, che si svolgerà tra satira, ironia e amarezza, è una riflessione sul mondo, sulle questioni del genere umano che affrontano, nelle quali si rispecchiano anche  le nostre attuali per la situazione della pandemia che stiamo affrontando. Questo spettacolo andrà in scena fino al 31 ottobre.

Invece, in scena al teatro del Tram dal 4 al 7 novembre, ci sarà lo spettacolo “Le signore” di Roberto del Gaudio, il quale offre uno sguardo su quella parta del mondo femminile che ancora dipende dal mondo maschile. La regia è affidata a Ludovica Rambelli e Victoria De Campora e sul palco saliranno nelle vesti di protagoniste Margherita Romeo e Sarah Paone.

Dall’11 al 14 novembre sul palco sarà la volta dello spettacolo “L’Arte della famiglia”, il quale rivela la figura di Luisa De Filippo raccontata attraverso i personaggi femminili di Eduardo. Con il testo e regia di Silvio Fornacetti, e la presenza sul palco di Angela Bertamino e Daniela Quaranta, in sala gli spettatori attraverseranno le due anime della donna e madre celata dietro le quinte d’una grande famiglia d’arte.

Dal 18 al 21 novembre, invece con la regia di Enrico Basile, andrà in scena “Figlie di Cagna” spettacolo vincitore del progetto nazionale “L’Italia dei Visionari”, il quale unisce venti teatri e festival della penisola promosso da Kilowatt Festival. La storia è incentrata sulla storia di due ragazzine, interpretate da Mariasole Di Maio e Greta Domenica Esposito, abbandonate dalla famiglia alla custodia della nonna, affrontano il dolore, l’abbandono, la fame e l’angoscia.

Il Teatro, come tanti altri settori, sia artistici che non, è stato molto colpito dalla pandemia Covid e dalle relative restrizioni. Però, in questi due anni, secondo il direttore artistico, sono stati decisivi per restaurare il modo di fare teatro, di accogliere gli spettatori. La chiusura forzata ha portato la ricerca di soluzioni  alternative con sperimentazione e innovazione. Il teatro TRAM, dunque, dal 4 ottobre riaprirà rispettando le norme anti-covid, quindi limitando il numero dei posti e consentendo l’accesso ai soli spettatori muniti di green pass.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli