18.1 C
Napoli
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Afragola, clochard denuncia: “Mi hanno dato fuoco”

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

I Carabinieri stanno cercando di rintracciare il clochard che si è allontanato dal Rione Gescal di Afragola, dove viveva da tempo in strada, e che aveva denunciato ai residenti del posto di essere stato aggredito da due ragazze che nella vicina Casoria gli avrebbero lanciato contro una bottiglia di alcol per poi dargli fuoco.

Afragola, carabinieri sulle tracce del clochard ustionato: “Mi hanno dato fuoco”

I residenti hanno chiesto l’intervento dei soccorsi, preoccupati per lo stato di salute dell’uomo (giudicato da tutti una brava persona) febbricitante e con ustioni. Ma lui ha più volte rifiutato di farsi soccorrere. Poi si è allontanato, I Carabinieri della sezione radiomobile sono intervenuti – allertati dal 118 – a corso Italia per fare luce sulla presunta aggressione ai danni del clochard. Quando i militari sono arrivati sul posto c’era però solo il personale del 118 che poco prima aveva prestato le prime cure all’uomo che poi si era allontanato rifiutando altre medicazioni.

Il clochard avrebbe riportato delle ustioni alle gambe. Sono dunque in corso da parte dei carabinieri le ricerche della vittima che non ha ancora denunciato. Secondo i Carabinieri, la notizia che sta circolando e che parla di due ragazze che avrebbero aggredito l’uomo è ancora tutta da verificare. Un fatto riferito dalla vittima prima che i Carabinieri arrivassero sul luogo del fatto ed ancora da confermare. Indagini in corso finalizzate a rintracciare il clochard e a verificare l’esatta dinamica degli eventi.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli