16.7 C
Napoli
sabato, 3 Dicembre 2022

Aereo malese, volo non autorizzato

Da non perdere

Erminia Vocciahttps://www.21secolo.news
Ha conseguito la laurea magistrale in “Relazioni Internazionali” presso l’Università “L’Orientale” di Napoli, si interessa di politica mondiale e di temi legati al rispetto dei diritti umani. Ama leggere, viaggiare e conoscere culture diverse. Crede nell’ informazione come servizio per un mondo meno distratto e più consapevole.

L’ Airbus A320 della compagnia malese AirAsia, scomparso in volo la mattina di domenica 28 dicembre,  quel giorno non avrebbe dovuto volare. È quanto emerge dalle indagini condotte dal Ministero dei Trasporti indonesiano, che ha deciso di sospendere temporaneamente la licenza di volo della compagnia sulla tratta Surabaya-Singapore, quella interssata dal disastro. Secondo le autorità indonesiane il permesso di volo era autorizzato per quattro giorni alla settimana, ma non di domenica.

Da giorni una task force internazionale è al lavoro sul braccio di mare in cui l’aereo potrebbe essere precipitato. Navi, aerei ed elicotteri stanno scandagliando la porzione settentrionale del Mare di Java per ritrovare i corpi delle vittime e riportare alla luce la scatola nera del velivolo, fondamentale per spiegare i motivi della tragedia.  Sinora sul fondale marino sono stati avvistati due grossi oggetti, che con ogni probabilità potrebbero appartenere alla carcassa dell’aereo malese. I due rottami, che misurano rispettivamente dieci metri per cinque e sette metri per cinquanta centimetri, si trovano ad una profondità di 30 metri. I sottomarini a comando remoto, detti ROV, impiegati nelle operazioni di ricerca, stanno fotografando gli oggetti avvistati, allo scopo di fornire informazioni più dettagliate. Le condizioni del mare, molto agitato, non hanno permesso rilevamenti più accurati.

Il volo QZ8501, partito da Surabaya alle 05:35, ora locale, di domenica mattina, avrebbe dovuto atterrare alle 8:30 allo scalo di Singapore. Tuttavia, alle 06:17, 40 minuti dopo il decollo, mentre sorvolava il mare di Java, è scomparso ai radar.  Nelle ore successive alla perdita di contatto col velivolo è trapelata la notizia della richiesta, poi negata, del pilota di cambiare rotta a causa di un temporale, molto frequente nell’area in questa stagione.

aereo malese

Sono ore di pofonda angoscia per i congiunti dei passeggeri dell’aereo malese, che trasportava 162 persone tra viaggiatori  e membri dell’equipaggio. Stando ai dati diffusi dal governo indonesiano, non ci sarebbero supersisti. I corpi rinvenuti fino a questo momento sono 30, alcuni dei quali portavano ancora le cinture di sicurezza allacciate.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli