4shared
13.5 C
Napoli
giovedì, 15 Aprile 2021

Ad un anno dal covid,”la famiglia” ha perso il suo equilibrio,picco di separazionia

Ad un anno dal covid, la famiglia italiana ha perso il suo equilibrio? Picco di divorzieparazioni in una società che non aiuta.

Da non perdere

Ad un anno dal covid, ci ritroviamo una società divenuta sensibilissima, fragile, con certezze che vacillano. Persino la certezza della propria famiglia inizia a barcollare, secondo recenti studi complice è stato il lockdown e lo smart working che ha messo a dura prova la resistenza dei coniugi.

In una vita frenetica, impiegato, operaio, commerciante ecc..tutte figure e costumi e che implicano dei sacrifici importanti, tempi di lavoro e impegno lunghissimi che li portava fuori dalle quattro mura domestiche per svariate ore adesso i tempi si sono accorciati, la pazienza è minima, la comprensione è assente..
Cosa fa la società per aiutare queste figure?
Ci sono novità sui consuelor modernamente definiti così, che possono dare sostegno psicologico a queste nuove forme di convivenza quasi forzata , una nuova vita in una società che non tutela o garantisce una mano dal punto di vista emotivo ed appunto psicologico.

Nel web, ci sono molte figure come quelle appena citate, i consuelor di coppia che anche a distanza e in modalità smart ci si può collegare per una chiacchierata e uno sfogo personale.
Anche il sesso e la libido è calata e c era da aspettarselo, non ci sono stimoli forti da parte della società attuale che permette di ravvivare il rapporto di coppia, dovremo solo far fronte alla nostra fantasia.

La quarantena e i semi-lockdown hanno cambiato il modo di gestire la routine e hanno permesso alle persone di dedicare maggior tempo alla cura della casa e della salute con piccoli passi quotidiani fatti di pulizie, riordino, ottimizzazione delle spese ma anche meditazione, fitness e beauty routine. Seguono anche chiacchierate con gli amici, ascolto di musica e di podcast ma anche acquisti online, videogiochi, corsi e tutorial.

È per questo che gli italiani hanno rimesso mano ai conti, alle questioni lasciate in sospeso trascurando anche gli aspetti sentinentali. Dagli armadi da riordinare e alle buone ricette salutari da riscoprire. Non vogliamo far finta che questa pandemia sia stata gravissima e che sia ancora in corso ma, come buon proposito per l’anno che verrà potremmo provare a cercare i lati positivi di questa condizione.

È buon costume riuscire a vestire i panni di figura professionale in carriera nonostante il tipo di limitazione e figura domestica e genitore.

Purtroppo questo equilibrio è iniziato a finire, e proprio ora ad un anno dal covid, ecco perché ci sono picchi di divorzi, stress, depressione e stanchezza mentale.
Sport, arte, hobby, passeggiate all’aperto, possono essere stimolanti e curative.
Terapie di coppia anche online e ricerca di più aiuto sul fronte psicologico da parte della nostra società, un tema attuale e problematico che affligge coppie, bambini e non solo.
Sicuramente ora, ad un anno dal Covid, è visibile una maggiore vicinanza e comprensione verso un tema delicato e trascurato ormai da tempo.

Ultimi articoli