26 C
Napoli
sabato, 2 Luglio 2022

A Maggio, passeggiate di cultura per la città di Napoli

È a Napoli che i "Muri parlano e raccontano le storie della città". Con il Maggio dei monumenti 2022 si ha la possibilità di scoprire la città in modo singolare.

Da non perdere

Nella città di Napoli è ritornato il Maggio dei Monumenti con tantissimi importanti eventi gratuiti per tutti i gusti, infatti ci saranno in programma visite di luoghi storici chiusi al pubblico, proiezioni cinematografiche nel sottosuolo, teatro di strada e passeggiate tematiche e tanto altro sempre gratuite.

L’evento è iniziato il 13 maggio e durerà fino al 12 giugno 2022. Gli eventi si svolgeranno in tutti i quartieri di partenopei e saranno gratuiti con prenotazione obbligatoria.

Tutti gli eventi vedranno i muri e le mura della città come protagonisti che, da barriera diventeranno simbolo di aggregazione, infatti ci si è ispirati ad una visione che capovolge il concetto di muro, da simbolo di divisione a simbolo di unione.

Secondo il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, le mura di Napoli hanno una caratteristica in comune coi napoletani, sono porose, come il tufo di cui sono fatte, assorbe e trasmette ciò che contiene, interagendo con il proprio ambiente. In questo modo scopriremo nuovi volti di una Napoli che accoglierà ospiti internazionali, tra street art, teatro di strada e cinema underground. Il Maggio dei Monumenti valorizzerà, raccontando segni, sogni e misteri, la città dove i muri non dividono.

Il calendario di eventi è suddiviso nelle sei azioni del programma di Muraria:

PARLARE AI MURI
Teatro di strada

I muri prenderanno la parola diventando palcoscenico di 12 perfomance teatrali, disseminate nelle dieci municipalità.
Così, la parete esterna del Centro Paradiso di Soccavo sarà sfondo al Napoli di Maradona, che lì svolgeva i suoi allenamenti.
Sulle mura di Santa Chiara prenderanno vita grazie ai tableaux vivants della compagnia Teatri35, che metterà in scena Caravaggio, invitando lo spettatore ad essere partecipe del misterioso incontro tra sacro e profano.

DIPINGERE I MURI
Opere di street art

Le mura possono diventare opere d’arte ospitando alcuni street artist internazionali come Zevs, Jorit e Trisha.
Noto a livello mondiale per la tecnica della “liquidazione” di marchi famosi, Zevs realizzerà un’originale installazione, grazie ad un sistema di pannellatura dorata creato ad hoc, l’artista francese modificherà l’aspetto della facciata dell’istituto “Marie Curie” di via Argine, punteggiando con un vivace cromatismo lo skyline della zona orientale.
Richiamando il suo legame con Napoli e la musica partenopea, Jorit e la giovane Trisha, dipingendo un murale a Scampia, renderanno omaggio a Fabrizio De Andrè rappresentando il volto del cantautore in via Labriola.

GUARDARE I MURI
Cinema nel sottosuolo 

Altro appuntamento che sottolineerà il respiro internazionale del Maggio dei Monumenti 2022 sarà il ciclo di proiezioni sotterranee del documentario Cave of forgotten dreams dedicato da Werner Herzog all’arte rupestre.
Girato nella grotta di Chauvet situata in Francia, il lungometraggio documenta pitture risalenti a 32.000 anni fa, ancestrali testimonianze dell’uso dei muri come spazi narrativi, che connettono l’origine dell’umanità con la pratica del disegno su parete.
Per valorizzare il contenuto del film, le proiezioni di Cave of forgotten dreams avverranno nella Galleria Borbonica, utilizzando come schermo naturale un tratto delle sue mura posto a 20m di profondità.
La visione nel silenzio e nell’oscurità del tunnel evocherà la grotta dei sogni dimenticati, consentendo agli spettatori di vivere un’esperienza di fruizione del capolavoro di Herzog unica nel suo genere. La proiezione del film sarà preceduta da una visita guidata della Galleria Borbonica.

APRIRE I MURI
Visite guidate

Il Maggio dei Monumenti sarà caratterizzato dalla apertura straordinaria di siti di interesse storico-artistico, che consentirà l’accesso a luoghi generalmente chiusi al pubblico e una nuova fruizione del patrimonio della città, attraverso inediti percorsi guidati, che accompagneranno i visitatori alla riscoperta di capolavori noti e meno noti dell’immenso circuito monumentale cittadino.
Novità di questa edizione 2022 sarà l’attenzione rivolta a monumenti ubicati fuori dal centro storico, con una significativa estensione dei percorsi turistici alle aree periferiche.
Il programma ad esempio, proporrà visite guidate alla chiesa di S. Anna alle Paludi sita a corso Arnaldo Lucci, con il trittico cinquecentesco di Andrea da Salerno che adorna l’altare maggiore. Le guide accompagneranno i visitatori al Museo artistico industriale “Francesco Palizzi”, in piazzetta Salazar, con reperti unici, tra ceramiche, dipinti e antichità.

ATTRAVERSARE I MURI
Passeggiate tematiche

Un calendario di passeggiate con percorsi tematici tra mura e edifici segnati dalla street darà concretezza all’idea di “Napoli, museo a cielo aperto”.
Seguendo il corso delle mura oblique che connettono le diverse anime della città, tra antichi sentieri, scale e gradoni urbani, la bellezza di Napoli si rivelerà solo a chi, camminando, saprà leggere nella pietra.

ALLARGARE I MURI
Incontri con i nuovi napoletani

L’edizione 2022 del Maggio dei Monumenti si distinguerà per la partecipazione delle numerose comunità di origini straniera che da sempre arricchiscono la città.
Si tratterà di una straordinaria occasione di arricchimento culturale e umano, una serie di percorsi alla scoperta delle tradizioni dei nuovi cittadini napoletani, attraverso spazi comuni, negozi e luoghi di culto nei quartieri che queste comunità hanno trasformato, aggiungendo le loro storie e le loro culture all’identità plurale della città.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli