32.1 C
Napoli
venerdì, 27 Maggio 2022

Incendio del Vesuvio, guerra ai presunti piromani

Il Vesuvio brucia ancora, grande nemico in queste ore si stra rivelando il vento. E dietro questo incendio sempre più chiara sembra essere l'ombra dei piromani probabilmente manovrati.

Da non perdere

Carmela Nappo
Collaboratore XXI Secolo.

Il Parco Nazionale del Vesuvio brucia ancora. In un primo momento si era ritenuto che le fiamme fossero sotto controllo ma grande nemico in queste ore si sta rivelando anche il vento che ravviva focolari spenti e rende più complicate le azioni di spegnimento. E dietro questo incendio sempre più chiara sembra essere l’ombra dei piromani manovrati probabilmente da chi ha interesse che quelle zone brucino. Sospetti sui quali stanno indagando i carabinieri di Ottaviano, dopo la segnalazione fatta in questi giorni da alcuni operai della Sma Campania, società che si occupa del servizio antincendio boschivo in collaborazione con Regione e Corpo forestale dello Stato, che hanno avvistato cinque presunti piromani mentre erano intenti ad appiccare il fuoco. Contro i roghi sul vulcano sono in azione centinaia di uomini, tre Canadiair e quattro elicotteri che in questi giorni sono riusciti a circoscrivere gli incendi nel sottobosco nella pineta di Terzigno e di San Giuseppe Vesuviano. E mentre si combatte per stanare l’incendio sul Vesuvio un principio di incendio si è sviluppato anche nei pressi dell’Auchan di Giugliano, con copertoni incendiati nella zona dell’ex campo rom.

In tanto per combattere i roghi e dichiarare guerra aperta ai piromani, si è creato un fronte di alleanza tra Regione, Sma Campania, Corpo forestale dello Stato, vigili del fuoco e protezione civile. La giunta regionale ieri su proposta del governatore De Luca ha approvato la convenzione con la direzione regionale dei vigili del fuoco per garantire più vigilanza e attività di spegnimento più rapide, in tale orizzonte da Palazzo Santa Lucia sono stati stanziati anche fondi per 460mila euro.

La regione sembra quindi mobilitarsi per lotta ai piromani che di questi tempi passa anche attraverso la tecnologia degli smartphone, tramite l’apposita App “Sma Campania” è possibile informarsi e inviare segnalazioni in tempo reale per aiutare e rende più tempestivi gli interventi dei vigili del fuoco, come avvenuto ieri per fronteggiare il bollente vento di scirocco, che ha avvolto i fianchi del Vesuvio da Terzigno a San Giuseppe Vesuviano. La dirigente del settore Forestale, Flora Della Valle, sottolinea: “siamo in stato di emergenza dallo scorso 14 luglio per quanto riguarda il rischio di incendi. Abbiamo inviato nella zona del Vesuvio ingenti risorse di uomini e mezzi, anche grazie alla sinergia con gli altri enti coinvolti. Ma facciamo appello anche ai cittadini, affinché segnalino al nostro numero verde ogni focolaio o principio di incendio”.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli