21.2 C
Napoli
giovedì, 6 Ottobre 2022

La Gran Bretagna sceglie di lasciare l’Unione Europea

L'Inghilterra e il Galles si sono espresse a favore dell'uscita dall'Unione Europea. Nigel Farage festeggia l'Indipende Day ma il primo ministro scozzese ha fatto altre considerazioni.

Da non perdere

Cinzia Capezzuto
Collaboratore XXI Secolo.

Per la prima volta, dopo oltre 50 anni di storia dell’Unione Europea, uno Stato ha votato per lasciare la confederazione di Stati. Il referendum si è svolto nel Regno Unito, che si è diviso in due schieramenti Pro-Ue e Pro-Brexit. L’affluenza al referendum è stata altissima, circa 30 milioni di persone si sono recate alle urne. Un dato simile non si registrava dalle elezioni del 1992.

ll ‘Leave‘ vince nel Galles, mentre in Scozia, a Glasgow, a Edimburgo e nell’Irlanda del Nord la maggioranza delle preferenze è andata al “Remain”. In Inghilterra il 60% degli elettori si è espresso a favore dell’uscita dell’Unione Europea.

Il voto nelle città si è così diviso – Pro-Ue sono Manchester, Newcastle, Gibilterra. A Gibilterra il Remain ha vinto con una percentuale del 95,9, solo un 4,1% si è espresso per il Leave. Le città della cultura si sono espresse a favore dell’Unione Europea, ad Oxford il 70,3% dei suoi voti al fronte di Remain nel referendum britannico sull’Ue contro il 29,7 di Leave. Anche Cambridge, dopo Oxford, vota in favore del fronte filo-Ue di Remain con oltre il 74% delle prefenze. La città dei Beatles, Liverpool ha votato per il Remain, che ha vinto col 58% dei voti contro il 42% dei Leave. Anche nella multiculturale Londra vince il ‘Remain’. A Londra è voto pro-Ue è al 69% mentre il ‘Leave’ si ferma al 31%.

Nigel Farage, europarlamentare ed euroscettico, bandiera di questa lotta all’Unione Europea, ha dichiarato che da oggi il 23 Giugno passerà alla storia come Indipendence Day.

Ancora non è possibile valutare quali saranno le conseguenze di questo referendum, potrà davvero la Gran Bretagna chiudersi in un altro “splendido isolamento” come nel 1800? La Scozia organizzerà un nuovo referendum per separarsi dal resto della GB? Il primo ministro scozzese, Nicola Sturgeon, infatti, ha dichiarato che, con questo voto, il popolo scozzese ha espresso chiaramente che il proprio futuro è come parte dell’Unione Europea.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli