10.7 C
Napoli
martedì, 31 Gennaio 2023

Attentati Bruxelles, Mertens: “Non ci posso credere”

Da non perdere

Salvatore Nappo
Studio Storia e sono istruttore di calcio qualificato CONI-FIGC. Credo che fare Giornalismo significhi fare due cose: ricerca e inchiesta. Ritengo il calcio l'arte che più si avvicina al senso della vita: nel calcio, come nella vita, puoi studiare mille situazioni di gioco ma alla fine il campo ti metterà di fronte alla 1001esima che non avevi previsto.

Gli attentati di Bruxelles hanno ancora una volta sconvolto gli equilibri in Europa, portando terrore e sconforto in tutto il mondo. A pochi mesi dall’attentato di Parigi, l’ISIS torna a mietere vittime colpendo nel cuore del Belgio. Anche la Nazionale Belga è stata scossa dagli eventi di Bruxelles: è stata infatti annullata l’amichevole contro il Portogallo, prevista per il 29 marzo.

In ritiro con i “Diavoli Rossi” c’è anche un calciatore azzurro: Dries Mertens. Anche lui scosso dalla violenza perpetuatasi in queste ore, ha voluto subito far sentire la sua vicinanza alle vittime tramite il suo profilo Twitter con un messaggio preciso e toccante: ““Non ci posso credere! Voglio esprimere il mio sostegno per la famiglia e gli amici delle vittime.

mertens

Oltre al messaggio del diretto interessato, in queste ore anche il procuratore dell’attaccante belga ha parlato degli attentati e delle sensazioni che vive il suo assistito. Il procuratore è intervenuto durante la trasmissione “Radio Goal”, in onda su Kiss Kiss Napoli. Queste le sue parole: “Mi trovo ad Amsterdam, ma oggi non ci sono distanze. Questo è il momento del dolore, Dries è scosso come tutti”. 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli