4shared
20.2 C
Napoli
sabato, 8 Maggio 2021

De Maggio: “Staffelli ha dato il Tapiro d’Oro a Sarri”

Da non perdere

Salvatore Nappo
Studio Storia e sono istruttore di calcio qualificato CONI-FIGC. Credo che fare Giornalismo significhi fare due cose: ricerca e inchiesta. Ritengo il calcio l'arte che più si avvicina al senso della vita: nel calcio, come nella vita, puoi studiare mille situazioni di gioco ma alla fine il campo ti metterà di fronte alla 1001esima che non avevi previsto.

Valter De Maggio, durante la trasmissione “Radio Goal” in onda su Radio Kiss Kiss Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni sul caso scoppiato dopo gli insulti di Sarri rivolti a Roberto Mancini. Queste le sue parole: “Il giorno dopo la partita persa in Coppa Italia dal Napoli e la successiva bufera mediatica non si parla che delle dichiarazioni di Mancini, che ha voluto riportare pubblicamente ciò che ha accaduto nel litigio con Sarri: gli ha chiesto scusa, non è servito a nulla tanto che Mancini non ha rilasciato altre dichiarazioni. Sarri ha chiesto che la squadra si isoli dalle polemiche”. 

Valter De Maggio ha poi parlato del Tapiro d’Oro che verrà consegnato all’allenatore del Napoli: “A Castel Volturno Valerio Staffelli ha dato il Tapiro d’Oro a Sarri e il mister gli ha raccontato la sua versione dei fatti. Maurizio ha confermato di non avere nessun tipo di problema con i gay. In società c’è grande dispiacere, ma si condivide in generale il pensiero di Sarri: ci tengono a ribadire con forza che sono cose dette in un momento di foga agonistica e che possono capitare.

In chiusura, il direttore ha parlato della scelta di Mancini di portare in pubblico il battibecco con Sarri: “Non è piaciuta l’uscita pubblica di Mancini, nemmeno a me: non fece lo stesso sulla chiusura della curva dell’Inter, dicendo che gli striscioni offensivi erano uno sfottò.  Sarri ha raccontato a Staffelli di ricevere offese tremende continuamente, ma non va a raccontarle in tv: il Napoli ci tiene a ribadire che l’allenatore non ha alcun problema con gli omosessuali, è il momento di chiuderla qui. Ieri sera ho visto spuntare tanti paladini, si è andato oltre: se certe cose devono rimanere in campo, questo clamore mi ha sorpreso. Sarri ha detto una cosa sbagliata, ha chiesto scusa e lo ha raccontato a Valerio Staffelli: ha ricordato e ha raccontato offese terribili ricevute sul campo di calcio”.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli