26 C
Napoli
sabato, 2 Luglio 2022

Let’s Premier: il Leicester vola, il Chelsea sprofonda

Da non perdere

Alessandro Montano
Aspirante giornalista sportivo distante un pallone dalla normalità. Crede in un Calcio fatto di domeniche in gradinata e di partite "sventurate" tra amici. Passione, divertimento e spirito di aggregazione la Trinità da rispettare. Sogna di diventare una delle grandi voci della comunicazione sportiva.

WEEKEND RECAP – Turno come sempre spettacolare, pieno zeppo di gol e di colpi di scena. Partiamo con ordine, ovvero dal lunch-match di sabato ore 12:45, dove il Norwich City ferma l’Everton sul risultato di 1-1. Alle 15:00, il Manchester City in casa archivia la pratica Swansea 2-1, mentre al Boylen Ground West Ham e Stoke City pareggiano 0-0. Il Watford corsaro espugna lo Stadium of Light, superando i padroni di casa del Sunderland per 0-1, e il Crystal Palace conferma il suo ottimo momento battendo 1-0 gli avversari del Southampton. Alle 17:30 ecco il primo colpo di scena: il Manchester United capitola in trasferta contro la cenerentola Bournemouth, uscendo sconfitti dal Dean Court sul risultato di 2-1. Nella domenica, l’Arsenal supera agilmente l’Aston Villa per 0-2, mentre il Tottenham frena in casa contro il Newcastle, vincente per 2 reti a 1. A chiudere il sunday-football, poi, c’è il Liverpool che pareggia 2-2 contro il West Bromwich Albion. Infine, il monday night, dove il Leicester City continua la sua favola battendo il Chelsea per 2-1.

MATCH OF THE WEEK – Proprio la sfida tra il Leicester di Claudio Ranieri e il Chelsea di José Mourinho è stata la gara di cartello di questa sedicesima giornata. Al King Power Stadium andava quindi in scena la rivincita del tecnico italiano contro lo Special (mica tanto) One: il match è dominato dagli uomini di Ranieri, che pungolano un Chelsea arroccato nel proprio non-gioco di stampo mourinhano. Al 34′ arriva allora il vantaggio dei padroni di casa, ancora con il solito Jamie Vardy che, su cross dalla trequarti di Mahrez, batte al volo la sfera fulminando Courtois. Nella ripresa, neanche si fa in tempo a cominciare che il Leicester raddoppia al 48′: Matty Jones crossa sul secondo palo un pallone a campanile, l’algerino Mahrez aggancia meravigliosamente, finta due volte il tiro ubriacando Azpilicueta e piazza la sfera a giro nell’angolo più alto. Mourinho a questo punto butta nella mischia Pedro e Remy al posto degli anonimi Hazard e Diego Costa. Al 77′ proprio lo spagnolo e il francese confezionano il gol che riapre le speranze del Chelsea, con Remy che impatta di testa il cross teso di Pedro. Nulla da fare, però, per i blues: risultato finale di 2-1 e vendetta dolcissima di Claudio Ranieri nei confronti dell’odiato Mourinho.

LET’S FOCUS ON… – Così, mentre il Chelsea sprofonda a -1 dalla zona retrocessione, il Leicester City vola sempre più in vetta al campionato: 35 punti, +2 sull’Arsenal, +3 sul City e +6 sullo United. Insomma, la formazione di Ranieri appare inarrestabile e il merito è anche e soprattutto dei suoi due fenomeni: Jamie Vardy e Ryad Mharez, pagati complessivamente 1.4 milioni di sterline. I due attaccanti del Leicester sembrano completarsi perfettamente l’uno con l’altro, servendosi a vicenda e perdonando raramente davanti la porta. Sono loro gli uomini copertina di questa piccola, grande impresa targata Claudio Ranieri, che ora dopo aver superato anche il Chelsea può davvero iniziare a credere nelle favole.

TOP SCORER
Vardy 15;
Lukaku 12;
Mahrez 11;
Ighalo 10;
Giroud 9;
Kane 8;
Auguero, Wijnaldum, 7;

TABLETS

  1. Leicester 35                               
  2. Arsenal 33
  3. Man City  32
  4. Man Utd 29
  5. Tottenham  26
  6. C. Palace 26
  7. Watford 25
  8. West Ham 24
  9. Liverpool 24
  10. Everton 23
  11. Stoke City 23
  12. Southampton 21
  13. WBA 20
  14. Bournemouth 16
  15. Newcastle 16
  16. Chelsea 15
  17. Swansea 14
  18. Norwich 14
  19. Sunderland 12
  20. Aston Villa  6

image_pdfimage_print

Ultimi articoli