domenica 23 Giugno, 2024
21.2 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

6 miliardi l’anno per investimenti utili alla ripresa

“6 miliardi l’anno fino al 2031, a sostegno degli importanti investimenti da effettuare”. Queste le parole pronunciate dal Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri nelle ultime ore. I dati per la ripartenza risultano confortanti, infatti, il Ministro si è espresso confermando, che insieme alla sua equipe agirà in maniera graduale per stimolare la crescita e attivare degli incentivi. Parte delle risorse chieste per il 2021 verranno utilizzate fino al 2031.

Quella attuata dal Governo, in risposta all’emergenza sanitaria Covid-19 è una manovra espansiva imponente e di entità mai vista dai tempi del dopoguerra. Il Ministro dell’Economia, Gualtieri ha inoltre sottolineato che lo spostamento non metterà a rischio la sostenibilità della finanza pubblica, anzi sarà utile per la tenuta del sistema produttivo”.

Ciò che oggi chiede il governo è l’autorizzazione a intervenire sugli anni successivi, al fine di eliminare definitivamente gli aumenti di Iva sostenendo quindi gli investimenti. Il Ministro ha più volte ribadito che, si tratta di un’operazione di pulizia del bilancio pubblico necessaria per aumentare la trasparenza e la credibilità delle stime. Lo scopo risulta essere quello di realizzare un calo della pressione fiscale di 1,1 punti percentuali di PIL, in modo da restituire maggiori margini di politica economica. In particolare, il ministro ha annunciato: “Elimineremo l’Iva sulle mascherine per tutto il 2020”.  Altro obiettivo da raggiungere è quello dell’indennità per gli autonomi, che possa essere erogata in 24 ore e automaticamente.

Secondo le prime previsioni, il tasso d’interesse medio del debito continuerà a scendere e in termini assoluti. L’aumento del costo avverrà, ma sarà limitato e per la maggioranza assorbito dall’impatto della crescente porzione di debito detenuto dalla Banca Centrale Europea e dalla Banca d’Italia, che come noto retrocede poi una parte delle entrate derivanti da questo. La dimensione quantitativa del pacchetto realizzato dalla Banca Centrale Europea è tale da garantire un sostegno commisurato all’entità del debito e tutti i Paesi dovranno collaborare per fronteggiare la crisi in atto.

Emanuela Iovine
Emanuela Iovinehttps://www.21secolo.news
Ambiziosa, testarda e determinata. Napoletana ma residente a Gallarate. Ho conseguito la Laurea Magistrale in Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II", presentando una tesi dal titolo: "Tendenze Linguistiche del Giornalismo dalla carta al web". Iscritta dal Novembre 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti della Campania. Diplomata nel Giugno 2013 in danza classica e moderna e attualmente docente di lettere.